/ Cronaca

Cronaca | 17 settembre 2019, 18:02

Sannazzaro de’ Burgondi, esplosione alla raffineria Eni: la reazione del Codacons

Codacons: “Fatto gravissimo, ora è necessario capire le ragioni dell’esplosione. Oggi esposto in procura del Codacons per verificare eventuali responsabilità”

Sannazzaro de’ Burgondi, esplosione alla raffineria Eni: la reazione del Codacons

Sannazzaro de’ Burgondi: Fortunatamente non ci sono feriti ma lo scoppio e l’incendio, questa mattina alla 6,35 alla raffineria ENI di Sannazaro De Burgondi, è stato violento. Al lavoro le squadre interne del servizio antincendio e i vigili del fuoco di Pavia. Il Comune di Sannazaro ha diramato una comunicazione specificando che la situazione è sotto controllo, dopo l’esplosione è divampato l’incendio ma ci sono solo danni a cose.

Codacons: “Non è la prima volta che accade, già nel dicembre del 2016 una forte esplosione devastò l’impianto Est. Nel febbraio del 2017 l’incendio, meno grave del precedente, fu domato dai vigili del fuoco del servizio interno. Fortunatamente non ci sono mai stati feriti ma il ripetersi di questi incendi deve far riflettere. E’ indispensabile un’accurata indagine per verificarne le cause, al fine di evitare che possa ripetersi e questa volta con un bilancio tragico in termini di vite umane e di impatto ambientale. Oggi il Codacons depositerà un esposto in Procura per l’accertamento delle cause dell’incendio”. 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore