/ Attualità

Attualità | 30 marzo 2020, 11:00

L'Istituto Superiore della Sanità: «Solo dopo Pasqua si potranno rivedere i divieti»

Il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro: «Assistiamo a un appiattimento della curva, non ci sono ancora segnali di discesa, ma va meglio». Per allentare le norme però ci vorranno ancora settimane

L'Istituto Superiore della Sanità: «Solo dopo Pasqua si potranno rivedere i divieti»

Il virus sembra rallentare la sua crescita, in Lombardia ma non solo. Ma per tornare alla normalità ci vorrà ancora molta pazienza. E molto tempo. La conferma della necessità di continuare sulla strada del rigoroso rispetto delle norme arriva anche dall'Istituto Superiore della Sanità.

Il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro, ha sottolineato infatti come il «rallentamento c'è. Assistiamo a un appiattimento della curva, non ci sono ancora segnali di discesa, ma va meglio. Le importanti misure stanno mostrando i loro effetti». Per questo allentare la morsa ora sarebbe un errore gravissimo: «Arriviamo a Pasqua e poi guardiamo i dati per stabilire come procedere» ha aggiunto. 

Anche il Governo sta già ragionando in questa direzione: è ormai certa la proroga delle misure attualmente in vigore fino a metà aprile, manca solo l'ufficialità. Ma anche dopo quella data la ripresa sarà graduale: secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, infatti, il piano di ripartenza sarà a scaglioni. A ricominciare e guidare la ripresa saranno gli impianti lavorativi, sempre nel rispetto delle distanze e con l'assunzione di protezioni. Poi potrebbe toccare ai negozi. Le attività che richiedono assembramenti (come bar e discoteche) potrebbero essere le ultime a riaprire i battenti. Si tratta ovviamente di uno scenario: solo l'andamento del contagio - e i nostri comportamenti responsabili - stabilirà le regole.

redazione online Varese

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore