/ Cronaca

Cronaca | 30 marzo 2020, 19:01

Vigevano: commette una serie di furti in negozi della città, in manette un 29enne bulgaro

L'uomo è stato sorpreso dagli agenti del commissariato mentre era intento a fuggire con un registratore di cassa

Vigevano: commette una serie di furti in negozi della città, in manette un 29enne bulgaro

Nelle prime ore della mattina di ieri (domenica), gli agenti del commissariato della Polizia di Stato di Vigevano, hanno arrestato un 29enne bulgaro, residente in città, colto in flagranza del reato di furto aggravato.

Nel corso della precedente notte, erano pervenute varie chiamate sulla linea d'emergenza 112, che segnalavano la commissione di furti o
tentativi di furto in vari esercizi commerciali della città. Nello specifico, gli ignoti malviventi avevano appena commesso un furto in corso  Garibaldi presso una cartoleria, sfondando la vetrina ed asportando un computer; inoltre, era stato messo in atto un tentativo di furto presso la farmacia di corso Genova, dove il vetro antisfondamento era stato gravemente danneggiato senza infrangersi.

A seguito di tali segnalazioni  e in considerazione della vicinanza degli esercizi commerciali danneggiati, gli operatori della Squadra Volante, intuendo che l'autore dei  reati appena commessi potesse essere ancora in zona per commettere altre azioni delittuose, si sono recati immediatamente sul posto perlustrando  le vie limitrofe dove erano ubicati altri esercizi commerciali.

L'intuito veniva premiato in quanto gli stessi transitando in corso Genova, si  sono avveduti che il vetro della porta d'ingresso di un negozio/bazar, precedentemente non segnalato alla Sala Operativa era infranto. La Volante  era giunta sul posto con le luci spente, adottando tutti gli accorgimenti per non essere notata da eventuali malviventi.

I poliziotti si  sono appostati all'esterno per impedire l'eventuale fuga dei ladri. Dopo pochi minuti, un uomo con in mano la cassetta del registratore di cassa,
ha la porta del negozio. Lo stesso avvedutosi della presenza degli agenti ha tentato di fuggire, ma è stato prontamente bloccato. L'uomo  è stato condotto negli uffici del Commissariato compiutamente identificato e dichiarato in stato di arresto per furto aggravato. Nella cassetta  del registratore di cassa, restituita al proprietario, era contenuta la modica cifra di circa 20 euro in monete.

L'arrestato spontaneamente ha dichiarato di essere l'autore del furto commesso poco prima presso la cartoleria di corso Garibaldi e del furto
commesso la notte precedente presso la parafarmacia ubicata in via Trivulzio dove aveva spaccato la vetrina e asportato la somma contante di
circa 300 euro. Il cittadino bulgaro è stato denunciato in stato di libertà anche per la commissione di tali altri reati.

Questa mattina (lunedì), nel corso dell'udienza di convalida, l'arresto è stato convalidato e in attesa del processo che si svolgerà il prossimo 28 aprile, nei confronti del cittadino bulgaro è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore