/ Cronaca

Cronaca | 11 ottobre 2020, 15:08

Pavia: bevande alcoliche servite a una minorenne, chiuso un locale per 15 giorni

Controlli dela Polizia di Stato anche in altri locali della movida pavese

Pavia: bevande alcoliche servite a una minorenne, chiuso un locale per 15 giorni

Nella serata di ieri la Polizia di Stato di Pavia ha provveduto alla chiusura per 15 giorni di un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande sito in Pavia.

L'attività si inserisce nell'ambito dei serrati controlli pianificati in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica nelle serate di movida, in particolare nei confronti di esercizi commerciali, e relativi avventori, del centro storico.

Nel corso di uno di tali servizi, lo scorso 29 agosto la titolare di un locale di piazza Vittoria, più volte segnalato per la scarsa sensibilità verso la problematica dell'assunzione di alcoolici da parte di minorenni, aveva consentito ad una dipendente (peraltro sua figlia), di somministrare una bevanda superalcoolica ad una ragazza di soli 15 anni. Personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura nel corso dell'immediata attività di accertamento aveva riscontrato che il superalcoolico era stato servito senza aver preventivamente verificato l'età anagrafica della giovane cliente, alla quale non era stato chiesto di esibire il documento di identità, così come previsto dalla normativa vigente.

Gli ulteriori approfondimenti, proseguiti con la testimonianza diretta della minore e di altri giovani avventori del locale, hanno evidenziato una generale incapacità del gestore di adottare le necessarie cautele nei confronti dei minorenni per evitare da parte loro l'assunzione di alcoolici.Il medesimo locale, peraltro, già nel mese di giugno 2017, in due distinte occasioni, era stato sanzionato dalla Polizia Locale per analoghi episodi nei confronti di giovani 17enni.

Ed anche in quella circostanza, l'esercizio era stato chiuso (7 giorni).Pertanto, ravvisata la necessità di adottare un provvedimento cautelare volto alla tutela della sicurezza pubblica e ad impedire che una condotta così grave e pericolosa quale la somministrazione di alcoolici a minori possa ripetersi nel tempo, andando a porre in serio pericolo la salute dei più giovani, si è proceduto a notificare alla titolare la sospensione per giorni 15 dell'autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande con decorrenza dalla mezzanotte appena decorsa, fino all'intera giornata del 25 ottobre.

Nella notte anche altri locali di piazza Vittoria, via Vigentina e via Pastrengo, oggetto di specifiche segnalazioni da parte di cittadini, sono stati interessati da controlli amministrativi, finalizzati a verificare altresì il rispetto delle misure di distanziamento sociale ed il corretto uso delle mascherine da parte dei relativi avventori. Inoltre, tutte le forze di polizia, con il supporto della Polizia Locale di Pavia, hanno presidiato le vie del centro sensibilizzando i presenti a mantenere condotte rispettose della normativa anticovid, evitando schiamazzi nel rispetto del diritto al riposo dei residenti.  

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore