/ Cronaca

Cronaca | 07 gennaio 2021, 12:56

Voghera: ruba 200 euro al bar dell'ospedale ma viene arrestato dai carabinieri

in manette un 20enne di origini magrebino

Voghera: ruba 200 euro al bar dell'ospedale ma viene arrestato dai carabinieri

Nel corso della notte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Voghera hanno arrestato un magrebino 20enne senza fissa dimora, pregiudicato, colto in flagranza di reato per un furto perpetrato all’interno del bar dell’Ospedale.

I Carabinieri da molte notti erano sulla pista di alcuni individui sospettati della commissione di furti in alcuni esercizi commerciali, mediante effrazione delle vetrate prodotte con delle caditoie reperite sul posto. Così nel corso dell’ennesimo servizio, i militari dell’Arma, in abiti civili, hanno eseguito dei pedinamenti. Verso le ore 23:45 un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile ha il giovane che ha giustificato la presenza in via Emilia dichiarando che doveva andare al Pronto Soccorso, dove si trovava un suo connazionale. I Carabinieri in abiti civili si sono così appostati nei pressi del nosocomio e lo hanno notato entrare effettivamente dall’ingresso del Pronto Soccorso mentre altri militari sorvegliavano il cancello principale dell’Ospedale. Verso le ore 01:30 scorgendo l’individuo sospetto scavalcare il cancello i Carabinieri lo hanno immediatamente bloccato.

Il 20enne aveva poco prima infranto la vetrata del bar dell’Ospedale utilizzando un estintore reperito sul posto, allo scopo di impossessarsi dell’incasso, circa 200 euro ed alcuni ticket prelevati nel registratore di cassa. Perquisito, il fermato è stato scoperto con la refurtiva nel suo giubbotto, che si era tolto e riposto in una borsa, per dissimulare l’abbigliamento.

Le indagini non si sono fermate e gli inquirenti sono ora all’opera per capire se il giovane, insieme a dei complici, sia l’autore di recenti furti messi a segno in esercizi commerciali le cui vetrine sono state appunto infrante con delle caditoie, prelevate nelle adiacenze. Nonostante il precedente controllo della pattuglia, il malvivente non ha desistito nella sua azione delittuosa, ignaro di essere stato monitorato.

 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore