/ Cronaca

Cronaca | 28 gennaio 2021, 11:27

Da Novara a Vercelli per truffare gli anziani con la tecnica del “Caro nipote"

Nove misure cautelari nei confronti degli appartenenti a un gruppo con base in Polonia

Da Novara a Vercelli per truffare gli anziani con la tecnica del “Caro nipote"

Hanno colpito anche nel vercellese i presunti truffatori che, simulando incidenti o malattie inesistenti, truffavano anziani spacciandosi per nipoti in situazione di emergenza.

La Polizia di Stato di Novara sta eseguendo nove misure cautelari, perquisizioni personali e locali, a Novara e provincia, nei confronti di appartenenti a un’associazione a delinquere, a carattere transnazionale, dedita alla commissione di truffe aggravate nei confronti di persone anziane e vulnerabili.

L’attività di indagine, condotta dalla Squadra Mobile, ha accertato che il gruppo criminale, con sede logistica in Polonia e centrale operativa a Novara, si è reso responsabile di oltre 50 truffe nelle province di Novara, Vercelli, Como e in territorio elvetico.

Le truffe venivano realizzate con il noto metodo del “Caro Nipote” simulando incidenti inesistenti o familiari in pericolo di vita per infezione da Covid-19 e chiedendo alle vittime di reperire in tempi brevi ingenti somme di denaro o di gioielli per far fronte alle situazioni di emergenza.

redazione online Vercelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore