/ Sport

Sport | 04 febbraio 2021, 22:14

«Riposa in pace, bomber». L'addio di Busto Arsizio a Noemi

La scomparsa della calciatrice del Beata Giuliana a 24 anni lascia tutti profondamente affranti. Il presidente Tridico: «Una brava atleta e una ragazza speciale». L'assessore Rogora: «Adesso continua a segnare in cielo»

«Riposa in pace, bomber». L'addio di Busto Arsizio a Noemi

«Riposa in pace, bomber». Queste parole sono state sussurrate dal Beata Giuliana Calcio e condivise, nei social ma prima ancora nei cuori.

La bomber è Noemi Brunato, scomparsa all’improvviso a 24 anni a Busto Arsizio. Una calciatrice che sapeva dare tutto e trascinare tutti. E che aveva una grazia speciale:  forse le veniva anche dall’altro sport che aveva praticato, ricorda commosso il presidente del Beata Giuliana Calcio Bruno Tridico.

«La danza, lei aveva fatto danza – dice commosso – Era brava, molto brava, Noemi, con lei avevamo conquistato il passaggio al campionato di eccellenza». Era una ragazza così aperta nei confronti delle compagne, che la adoravano.

Noemi aveva lo sport nel sangue, aveva anche – spiega ancora Tridico – iniziato nel calcio a 11 a Gazzada, oltre che in quello a  7 a Beata Giuliana. La sua scomparsa ha lasciato profondamente affranti tutti: le compagne di squadra,  gli amici, tutti coloro che le volevano bene e che sono vicini alla famiglia in questo terribile momento.

Dice l’assessore allo Sport Laura Rogora: «Quando si perde una vita così giovane, lo sgomento è tanto. Mi ha rattristato molto questa notizia, era una ragazza e un’atleta piena di sogni. Noemi, spero che ora lassù continui a calcio e segni tanti gol». Come sapeva fare lei, bomber tenace e delicato.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore