/ Attualità

Attualità | 15 marzo 2021, 15:25

La Torre del Bramante è stata scelta da turismo irlandese per il Global Greening 2021

Il simbolo di Vigevano è uno dei 42 siti italiani che si illuminerà di verde in onore di San Patrizio: l’iniziativa coinvolge circa 440 prestigiose location in tutto il mondo

La Torre del Bramante è stata scelta da turismo irlandese per il Global Greening 2021

La Torre del Bramante è uno dei 42 siti italiani che partecipa al Global Greening 2021, l’iniziativa culturale di Turismo Irlandese che ha preso il via 11 anni fa in Australia con l’illuminazione di verde dell’iconico Sidney Opera House per festeggiare il giorno di San Patrizio, il Santo patrono dell’isola di Smeraldo.

L’evento, che da sempre porta un messaggio di amicizia al popolo d’Irlanda, quest’anno più che mai assume un significato di vicinanza e speranza agli oltre 70 milioni di persone in tutto il mondo che hanno legami con l’isola. In un periodo così difficile, in cui gli irlandesi all’estero non possono tornare a casa, Turismo Irlandese ha voluto coinvolgere un numero elevato di località in tutto il mondo che possano così fungere, simbolicamente, da connessione con la propria casa d’origine, in attesa che si possa ricominciare a viaggiare e, quindi, riabbracciare i propri cari.

Pertanto, la sera del 17 marzo, dalle 21,00 per due ore circa, la Torre del Bramante si illuminerà di verde in onore dell’Irlanda.

“Ringrazio Turismo Irlandese per aver invitato la Città di Vigevano a prendere parte al Global Greening, iniziativa che coinvolge siti di spicco sia a livello internazionale che italiano. Siamo, infatti, in ottima compagnia: nel nostro Paese, solo per citare qualche nome, hanno aderito la Torre di Pisa, Roma con la Colonna Traiana e la Fontana dell’Acqua Paola, l’UniCredit Tower di Milano, Procida con il Palazzo Merlato, il Palazzo del Podestà di Bologna, Novara con la Cupola di San Gaudenzio, la Statua della Minerva di Pavia, Napoli con il Castel Nuovo…” dichiara Andrea Ceffa, Sindaco di Vigevano. E continua: “Abbiamo visto sin da subito in questa iniziativa una grande opportunità di visibilità e promozione per la nostra Città e il suo patrimonio artistico-culturale e, di conseguenza, accolto con immenso piacere questo invito ad essere tramite del messaggio di amicizia nei confronti del popolo irlandese”. Il Sindaco conclude con parole di stima anche nei confronti dei professionisti che operativamente si sono occupati dell’illuminazione della Torre – Giorgio Magni, Giacomo Aguzzi, Mario ed Enrico Ferraris Fusarini – e della società Citelum, che ne ha sostenuto le spese in qualità di Sponsor.

Nel mondo sono circa 630 i siti che la sera del 17 marzo si illumineranno di verde: un numero record che sta a sottolineare la forza del profondo legame che le persone di tutto il mondo sentono per l’Irlanda. Per fare qualche esempio: la London Eye, le cascate del Niagara, la Sidney Opera House, la Sky Tower di Auckland, le Victoria Falls, il Sekenani Gate presso la Riserva Nazionale di Maasai Mara in Kenya, The Palm Fountain a Dubai, che è la fontana più grande del mondo, la Torre Costanera del Cile, ossia l'edificio più alto del Sud America

E quest’anno ci sarà addirittura una cassetta delle lettere in cima alla Øretoppen Mountain in Norvegia, 350 km sopra il Circolo Polare Artico!

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore