/ Cronaca

Cronaca | 03 aprile 2021, 10:23

«Aiuto, mi hanno accoltellato...»: il "pesce d'aprile" finisce con una denuncia

L'uomo voleva fare uno scherzo alla sorella, ma la cosa gli è... sfuggita di mano

«Aiuto, mi hanno accoltellato...»: il "pesce d'aprile" finisce con una denuncia

Aveva pensato a un "pesce d'aprile" a sfondo un po' macabro ma lo scherzo è andato oltre le previsioni e la giornata, per un vercellese "burlone", è finita con una denuncia per procurato allarme. 

Per fare uno scherzo alla sorella, l’uomo, un vercellese residente in centro, utilizzando del ketchup, si è truccato, simulando di essere stato vittima di una violenta aggressione e ha chiamato la sorella dicendo di essere stato accoltellato e chiedendo aiuto. La donna, spaventatissima, ha avvertito immediatamente le forze dell’ordine. Così, quando la sala operativa della Questura di Vercelli ha ricevuto la segnalazione da parte di una giovane donna che, in preda al panico, chiedeva aiuto per il fratello, immediatamente gli equipaggi della Volante, della Squadra Mobile e della pattuglia in servizio per il controllo delle misure anti Cvoid-19, si sono precipitati nell’abitazione segnalata.

All'arrivo, però, hanno scoperto che si trattava di un pesce d’aprile, confezionato con il ketchup. E, ovviamente, non hanno apprezzato la pensata. L’uomo, condotto in Questura, al termine degli accertamenti di rito è stato indagato per procurato allarme in quanto, con il suo scherzo di cattivo gusto, ha distolto diverse pattuglie della Polizia di Stato dall’attività di controllo del territorio.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore