/ Economia

Economia | 21 aprile 2021, 05:00

Mantenere la distanza di sicurezza, restare a casa e conoscersi online: è davvero possibile?

Discord e le altre piattaforme affini sono tendenzialmente appannaggio quasi esclusivo di Millennials e Zoomers in cerca di amici con degli interessi in comune.

Mantenere la distanza di sicurezza, restare a casa e conoscersi online: è davvero possibile?

Se fino al 2019 si poteva flirtare dicendo: “che ne diresti di prenderci un caffè?”, la situazione sanitaria causata dalla pandemia di COVID-19 ha drasticamente cambiato non soltanto i metodi di approccio, ma anche i sistemi da adottare per incontrare persone nuove.

Discord e le altre piattaforme affini sono tendenzialmente appannaggio quasi esclusivo di Millennials e Zoomers in cerca di amici con degli interessi in comune, ma i social network (come Facebook o Instagram) sono invece utilizzati indistintamente da tutte le fasce d’età, così come le app di dating e senzapudore.it che sono di grand’aiuto per le persone in cerca dell’anima gemella e nuove amicizie. Gruppi di discussione, commenti reciproci e like sono alcuni dei tanti metodi che le persone usano per farsi notare dagli altri utenti, ma è chiaro che la maggior parte dei single ha scelto di affidarsi alle app di dating; un’app di dating, infatti, rappresenta il modo più semplice e veloce per “sfogliare” un catalogo di single e scegliere quelli con cui iniziare a chattare. Alcune persone preferiscono usare questi servizi da mobile, altri da computer, ma in generale non è necessario disporre di macchine o connessioni particolarmente potenti.

Appuntamenti a distanza o videochiamate?

Inviare un biglietto d’amore alla persona amata scoccando una freccia verso la sua finestra può sembrare un’idea romantica, ma esistono approcci decisamente meno pericolosi per alimentare una relazione appena nata.

Se la distanza tra i due partner è relativamente poca, molte persone scelgono di darsi appuntamento all’interno di un supermercato per vedersi di persona nel rispetto delle distanze e dell’uso della mascherina. Qualora invece la lontananza aumenti e si abiti in due comuni (o addirittura due regioni) differenti, conviene affidarsi alla tecnologia: chiamate, videochiamate e chat sono il modo migliore per trascorrere del tempo insieme senza vedersi di persona. Alcuni scelgono anche di giocare in multiplayer, condividere serie televisive oppure vedere film in streaming.

Slow dating vs swipe dating: qual è l’approccio più efficiente?

Fino al 2019, la strategia più comune per cercare un partner online prevedeva di iscriversi a uno o più siti d’incontri nella speranza di ottenere più match possibili; da quando è iniziata la pandemia, però, potrebbe essersi verificata un’inversione di tendenza.

Durante i primi mesi del 2021, la società Dating Group, operativa nel settore del dating, ha investito 18 milioni di dollari per acquisire l’app d’incontri Once.

I principi su cui si fonda Once sono completamente opposti a quelli di Tinder, l’app d’incontri per antonomasia scaricata più di quattro milioni di volte solo su Google Play Store. Se Tinder fa dello swipe il suo punto di forza, consentendo ai suoi clienti di visualizzare più utenti possibili in un’unica sessione di navigazione, Once sostiene invece il modello dello slow dating: i suoi clienti, infatti, ricevono un singolo match gratuito quotidiano creato da un’intelligenza artificiale in base agli effettivi gusti dei potenziali partner. In questo modo si potranno visualizzare meno profili, ma si avranno ventiquattro ore di tempo per studiare la persona che si ha di fronte e decidere di confermare o meno il match; qualora la conferma sia reciproca, sarà possibile chattare gratuitamente e senza limiti.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore