/ Attualità

Attualità | 17 giugno 2021, 10:00

Vigevano: nasce l'ambulatorio di comunità, un servizio gratuito per le persone più fragili

Un'iniziativa promossa dalla Croce Rossa Vigevano

Vigevano: nasce l'ambulatorio di comunità, un servizio gratuito per le persone più fragili

L’emergenza pandemica ha fortemente inciso sul Sistema Sanitario Nazionale, costretto a concentrare la maggior parte delle risorse disponibili nella lotta al virus COVID-19. La nostra città è risultata molto colpita, nel 2020 i decessi totali sono stati 985 contro una media di 750,6 negli anni 2015-2019 (fonte ISTAT). Le persone più fragili, che già prima dell’attuale crisi risultavano in uno stato di deprivazione materiale, hanno visto ulteriormente ridursi la possibilità di accedere alle cure sanitarie.

Nasce quindi l’Ambulatorio di comunità, un ambulatorio medico presso i locali di Croce Rossa Italiana Comitato di Vigevano (Corso Cavour 46, Vigevano) destinato a coloro che più si trovano in situazione di difficoltà (anziani soli, persone in difficoltà economica, persone con problematiche nell’accedere al servizio di Medicina Generale), ma che tuttavia hanno necessità di monitorare periodicamente il proprio stato di salute e di seguire piani terapeutici. L’iniziativa contrasta l’acuirsi delle crescenti diseguaglianze nell’ambito della salute offrendo un supporto capillare (prossimità) e complementare al servizio pubblico di presa in carico degli utenti (continuità assistenziale) in tutti gli ambiti della medicina (prevenzione, diagnosi e cura).

L’ambulatorio, ad accesso gratuito su prenotazione, propone le seguenti prestazioni:

- Visita medica generica

- Misurazione parametri vitali

- Misurazione indice glicemico

- Somministrazione farmaci prescritti e terapia iniettiva

- Piccole medicazioni

- Supporto alla attivazione e gestione del Fascicolo Sanitario Elettronico

- Supporto alla scelta del Medico di Medicina Generale

- Supporto per la gestione dei rapporti con il Medico di Medicina Generale

- Consulenza per invio del paziente a visite mediche specialistiche

L’accesso potrà essere richiesto su prenotazione, anche nel rispetto delle vigenti normative anti-Covid, tramite:

- portale online: crivigevano.it/ambulatorio-di-comunità

- e-mail: ambulatorio@crivigevano.it

- telefono: 0381 75798 LUN - MER – VEN dalle ore 14.00 alle ore 17.00

L’iniziativa garantisce a persone in stato di marginalità o senza dimora l’assistenza sanitaria necessaria e percorsi che rendano gli utenti autonomi nella gestione della propria salute tramite l’istituzione del “case manager sanitario CRI”. Attraverso l’educazione sanitaria (cioè l’acquisizione di conoscenze, atteggiamenti, abitudini, valori, che contribuiscono a proteggere da un danno alla salute) l’ambulatorio aiuta gli utenti ad usufruire di servizi già esistenti sul territorio, ma che per motivi burocratici, di disinformazione o di impossibilità materiale non sono utilizzati adeguatamente.

"E' con grande orgoglio che possiamo vedere la nascita di questo importante progetto rivolto alla nostra comunità, alle persone più fragili e a coloro che a causa anche degli esiti pandemici vivono ai margini, con un accesso difficoltoso ad un supporto sanitario continuativo." spiega Andrea Motta Presidente del Comitato di Vigevano della Croce Rossa "Questo non deve essere inteso come un traguardo ma come un primo passo per una assistenza globale e un accesso universale ad un sistema sanitario integrato e trasversale"

Il progetto promosso dal Comitato di Vigevano della Croce Rossa Italiana prevede lo stanziamento di circa 200.000 € e vedrà la nascita di un ambulatorio medico unico nel suo genere nel territorio vigevanese. L’accesso alla struttura, resa operativa grazie al generoso finanziamento di Dalio Philanthropies e di Fondazione Piacenza e Vigevano, è veicolato anche grazie alla collaborazione con Caritas Diocesana di Vigevano, istituzione di riferimento sul territorio di Vigevano per numerose richieste di tipo socioassistenziale.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore