/ Attualità

Attualità | 15 ottobre 2021, 16:00

Vigevano, le agevolazioni Tari previste dal comune per le attività commerciali

Comunicato stampa diffuso dal comune

Vigevano, le agevolazioni Tari previste dal comune per le attività commerciali

"Per sostenere le attività economiche della nostra città fortemente provate dalla pandemia, il Comune di Vigevano ha deliberato di integrare con uno stanziamento proprio di euro 300.000,00 la somma destinata alle agevolazioni TARI del Fondo riconosciuto con decreto del Ministero dell'Interno in data 24/06/2021. 

Questa agevolazione TARI si applica esclusivamente alle utenze NON domestiche in seguito alla presentazione della apposita dichiarazione da compilare e restituire al Comune entro e non oltre il 31 ottobre 2021. La dichiarazione è disponibile per il download sul sito del Comune di Vigevano nella sezione "Tributi" alla voce "DELIBERA AGEVOLAZIONI TARI 2021". 

Questo l'elenco delle categorie economiche interessate: • categoria Tari 2 — CINEMATOGRAFI E TEATRI — nella misura del 100% della quota fissa e variabile; • categoria Tari 4 — limitatamente agli IMPIANTI SPORTIVI — nella misura del 100% della quota fissa e variabile; • categoria Tari 11 — limitatamente alle AGENZIE DI VIAGGIO — nella misura del 40% della quota fissa e variabile; • categoria Tari 17 — BARBIERI, ESTETISTI, PARRUCCHIERI - nella misura del 50% della quota fissa e variabile; • categoria Tari 22 — OSTERIE, PIZZERIE, PUB, RISTORANTI, TRATTORIE - nella misura del 60% della quota fissa e variabile; • categoria Tari 23 — BIRRERIE, HAMBURGHERIE ad eccezione delle mense - nella misura del 60 % della quota fissa e variabile; • categoria Tari 24 — BAR, CAFFÈ, PASTICCERIE - nella misura del 60 % della quota fissa e variabile; • categoria Tari 30 — DISCOTECHE E NIGHT CLUB — nella misura del 100% della quota fissa e variabile; 

L'agevolazione è riconosciuta anche alle attività economiche che abbiano comunque subito degli effetti negativi derivanti dalla pandemia comprovati dalla riduzione del fatturato 2020 rispetto al 2019 di almeno il 30%, calcolato ai sensi dell'art. 1 del DI 41/2021 commi da 1 a 4. 

L'agevolazione, verificata la dichiarazione presentata, sarà pari al 30% della quota fissa e variabile e sarà applicata sulla seconda rata della Tari 2021. 

Non possono, in ogni caso, accedere alle suddette agevolazioni, i soggetti che non siano in regola con i versamenti della Tari ordinaria (esclusa Tari 2020) e che abbiano degli accertamenti in corso per il recupero del tributo, salvo la regolarizzazione entro la scadenza della seconda rata (28/02/2022)". 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore