/ Cronaca

Cronaca | 31 maggio 2022, 22:16

Magenta: vandali a San Rocco cospargono la chiesa di sale per due volte

Magenta: vandali a San Rocco cospargono la chiesa di sale per due volte

Un gesto alquanto misterioso quello commesso da ignoti tra oggi e ieri nella chiesa di San Rocco a Magenta. Un gesto che non trova spiegazione alcuna e che potrebbe essere stato commesso da una persona disturbata.

Nella giornata di lunedì qualcuno è entrato nella chiesa di San Rocco e ha preso il sale (quello utilizzato per assorbire la cera) per spargerlo ovunque. Perfino sull’altare, nelle statue del Cristo e sul pavimento intero.

Nulla sarebbe stato trafugato e di altri danni non ne sono stati commessi, a parte il braccio di Gesù Bambino rotto. Oggi pomeriggio si è verificato il secondo episodio, a distanza di poche ore dal precedente. Qualcuno è entrato e ha cosparso la chiesa di quel sale.

Con un particolare in più rispetto al giorno precedente. Quell’individuo ha lasciato aperta la pagina dei Vangeli e degli Atti degli Apostoli sulle immagini raffiguranti Pietro che rinnega Gesù e sulla Flagellazione. Un segnale voluto, oppure un gesto commesso a caso?

Anche oggi non sarebbe stata toccata nessuna icona, quadro o altro oggetto sacro custodito all’interno. Il sale è stato lanciato perfino sui teschi custoditi nella Cappelletta e risalenti all’epoca in cui i morti venivano sepolti sotto il pavimento delle chiese o attorno ad esse. I magentini sono parecchio affezionati alla chiesa di San Rocco risalente al XV secolo per poi essersi sviluppata con le forme attuali nel XVIII secolo.

Da alcuni anni a questa parte la chiesa di San Rocco è stata concessa alla comunità Ortodossa guidata da padre Ioan ed è diventata anche la chiesa di San Nicola. Oggi, in realtà, si tratta di una condivisione perché anche i cattolici continuano a celebrarvi una messa nell’ottica degli ottimi rapporti che sono sempre intercorsi tra le due comunità.

Mai, prima dei due giorni precedenti, si erano verificati episodi di vandalismo o riti strani. Durante il giorno la porta di ingresso rimane quasi sempre aperta. La segnalazione è stata fatta ai Carabinieri di Magenta che stanno conducendo le indagini.

 

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore