/ Cronaca

Cronaca | 02 febbraio 2023, 12:56

Smantellato il “market della droga” da migliaia di euro: maxi blitz all’alba in Brianza e anche a Vigevano

Cocaina, eroina, hashish, marijuana: migliaia le cessioni di droga documentate dai militari, nonché la compravendita di 40kg di stupefacenti, per un giro d'affari di oltre 120mila euro

Smantellato il “market della droga” da migliaia di euro: maxi blitz all’alba in Brianza e anche a Vigevano

Fiumi di droga. Un traffico “stupefacente” da migliaia di euro che ha portato all’arresto di una gang di 8 persone italo-magrebina. Per alcuni di loro si sono aperte le porte del carcere, altri sono finiti ai domiciliari. Il blitz dei Carabinieri è scattato all’alba nelle città di Carnate (MB), Concorezzo (MB), Monza (MB), Noviglio (MI), Robbiate (LC) e Vigevano.

Cocaina, eroina, hashish, marijuana: migliaia le cessioni di droga documentate dai militari, nonché la compravendita di 40kg di stupefacenti, per un giro d’affari di oltre 120mila euro. Un vero e proprio “market dello sballo”, smantellato alle prime luci del giorno, da 50 uomini dell’Arma, dopo oltre due anni e mezzo (partite nel settembre 2021) di indagini del nucleo operativo della compagnia di Vimercate, comandata dal Maggiore Mario Amengoni.
Ad “innescare la miccia”, l’arresto di un cittadino italiano, allora 30enne, beccato con 1kg di erba.

Tre distinti sodalizi criminali il cui fil rouge era proprio lo spaccio. Un gruppo operante nell’area del Vimercatese, uno nella Provincia di Milano e l’altro in quella di Pavia.
Uno smercio continuo, veloci passaggi di soldi e dosi, file per l’acquisto: da dicembre 2021 ad aprile 2022, avevano tessuto una ragnatela tra le città di Vimercate, Bernareggio, Milano, Carpiano, Assago, Rosate, Segrate, Vidigulfo. I clienti si avvicinavano a bordo delle loro auto, 7 giorni su 7, dalle 8 della mattino e fino a tarda sera.

In cella è finito, con l’accusa di spaccio, un 28enne marocchino, in Italia senza fissa dimora, già agli arresti domiciliari presso una comunità di Noviglio, in seguito all’arresto operato dai militari della compagnia di Vimercate il 21 maggio 2022. In quell’occasione il pusher era stato fermato nel corso di un controllo straordinario nel boschetto di via per Ornago. L’uomo, che aveva adibito un casolare come quartier generale dei suoi loschi affari, aveva maldestramente tentato di disfarsi di un marsupio con all’interno gr. 200 di eroina, gr. 20 di hashish, gr. 100 di cocaina, un bilancino elettronico di precisione, e 650 euro circa in banconote di vario taglio. I due cani dell’Arma, poi, sotto pochi centimetri di terra, avevano fiutato una busta in cellophane, contenente ulteriori gr. 100 di hashish, un altro bilancino e materiale vario per il confezionamento del dosi.

Detenzione in carcere anche per un 61enne, suo connazionale e residente a Carnate; e due uomini di 32 e 26 anni, sempre di origine magrebina, già sottoposti agli arresti domiciliari nei rispettivi appartamenti di Vigevano. Per questi ultimi il provvedimento era scattato il 31 marzo 2022, quando i Carabinieri di Vimercate li avevano fermati al casello autostradale di Cavenago di Brianza (MB) dell’’A4 “Serenissima” con un chilo di eroina, per un valore di oltre 20mila euro. Vedendosi accerchiati dalle gazzelle, avevano ingranato la marcia impattando violentemente l’autovettura davanti a loro e spingendola per oltre 5 metri oltre la sbarra. In casa, poi, erano stati rinvenuti 1.500 euro circa.

Sconteranno la pena presso il proprio domicilio due coniugi 46enni, italiani, di Robbiate (LC), di cui la donna già arresta durante le fasi delle indagini il 23 febbraio 2022, perchè fermata alla guida della propria auto a Vimercate con gr. 5 di cocaina e gr. 2 di eroina. E ancora una 41enne di Concorezzo; e un italiano del ’74, già detenuto nel carcere di Monza con l’accusa di estorsione continuata ed aggravata in concorso nei confronti di una 57enne. Quest’ultimo, infatti, approfittando di un attimo di difficoltà con la banca da parte della donna, nell’estate del 2021, le aveva “prestato” del denaro salvo poi pretenderli indietro con dei tassi d’interesse a strozzo. In quell’occasione i militari di Vimercate avevano sequestrato anche una paletta catarifrangente “Ministero della Difesa – Carabinieri” priva di matricola; una casacca fasulla con il logo dell’Arma; un paio di manette metalliche prive di matricola simili a quelle in uso alle forze di polizia: un porta distintivo, un machete, due pistole a salve, un coltello a scatto ed un teaser.

Vimercate spaccio arresti droga

L’attività di indagine ha inoltre permesso di deferire in stato di libertà 20 persone per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e segnalare 4 persone alla Prefettura quali assuntori.

Arrestati, dopo la notifica dei provvedimenti restrittivi le operazioni di foto-segnalamento, gli 8 indagati sono stati accompagnati nelle carceri di Monza, Pavia, Vigevano e presso i rispettivi domicili.

Da MbNews.it

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore