/ Attualità

Attualità | 21 marzo 2023, 18:25

Biscia o vipera? Come distinguere l'innocuo dal velenoso e come comportarsi in caso di avvistamento

Clima tiepido e tempo di primavera nella nostra provincia anche nei prossimi giorni con passeggiate e gite tra prati e sentieri sempre più frequenti: ecco alcuni accorgimenti utili nel caso di incontri imprevisti

Biscia o vipera? Come distinguere l'innocuo dal velenoso e come comportarsi in caso di avvistamento

Il clima tiepido, come quello che ci aspetta anche nei prossimi giorni con la temperatura vicina ai 20 gradi, e l'aria di primavera favoriscono sempre di più grigliate, camminate e gite tra prati e sentieri ma anche le prime semine nell'orto, soprattutto nella nostra provincia, grazie alla vicinanza tra laghi, colline e città. Ma se cercare svago all'aria aperta è facile e veloce, è altrettanto facile entrare a contatto con la natura, fatta sì di flora ma anche di fauna. 

Dopo i numerosi avvistamenti anche in città e paesi del Varesotto di bisce e in qualche caso di vipere a spasso tra prati e giardini o anche su qualche balcone è evidente come le persone possano essere ingannate dall'aspetto di questi rettili e, per questo motivo, magari allontanarsi da quelli innocui e avvicinarsi a quelli pericolosi.

Che cosa distingue, dunque, una biscia da una vipera? Facciamo un po' di chiarezza.

Conformazione dell'occhio

- La biscia ha una pupilla più tondeggiante

- La vipera ha una pupilla più alta e sottile (ricorda quella dei gatti)

Conformazione del corpo

- La biscia ha una coda più lunga

- La vipera ha la testa triangolare, una coda più corta e tozza e un colore che varia dal marrone al grigio con tratti scuri. Una vipera è lunga dai 70 agli 80 cm.

I denti

- La biscia è priva di zanne velenifere

- La vipera le ha molto evidenti e sporgenti

Consigli utili

- Non appoggiare mai le mani su rami e muri dove non hai visibilità di ciò che puoi trovare;

- Evita di sdraiarti in zone dove la vegetazione è fitta, come l'erba alta o tra le pietre;

- Se appendi una giacca a un ramo o la poggi a terra, prima di infilarla, scuotila bene e controllala con attenzione;

- Cammina con un bastone che dovrai battere contro sassi e vegetazione, le vipere non hanno un buon udito ma sono sensibili alle vibrazioni, in questo modo si allontaneranno prima di sentirsi minacciate e dover passare all’attacco;

- Se non sei sicuro e ancora non sai distinguere bisce da vipere, evita di avvicinarti per osservarla o per fare delle foto. 

Se avvistate una vipera, cercate di restare fermi e battete a terra con un bastone: è un serpente non aggressivo e molto sensibile alle vibrazioni del terreno, per cui è probabile che, se vi fate notare, se ne andrà velocemente. In realtà, la vipera morde solo quando è attaccata, disturbata, o non riesce a individuare alcuna via di fuga. In questi casi aprirà la bocca alla sua massima estensione e farà scattare i denti veleniferi. 

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore