/ Attualità

Attualità | 26 marzo 2023, 11:59

Aborto e sindrome di down: campagna affissioni di Pro Vita & Famiglia a Vigevano e Pavia

Aborto e sindrome di down: campagna affissioni di Pro Vita & Famiglia a Vigevano e Pavia

«L’aborto oltre la 12sima settimana è vietato a meno che al figlio non sia, per esempio, rilevata la presenza della Sindrome di Down.

È inquietante e discriminatoria una società che permette l’uccisione di una vita a causa di una sua condizione.

Le persone con Sindrome di Down non sono persone di serie B e hanno il diritto di essere riconosciute e custodite al pari di tutte. È evidentemente inquietante una società che con una mano celebra la Giornata di queste persone e con l’altra invita le mamme a eliminarli.

Per questo, in occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down del 21 marzo sono partite le affissioni a Pavia e Vigevano (qui in collaborazione con il Centro di Aiuto alla Vita lomellino) – così come già avvenuto a Roma e nelle principali città italiane – con lo slogan “Facciamoli nascere – #StopAborto”, per l’accoglienza incondizionata di tutti.

La politica si impegni a offrire a quelle mamme e a quei papà che vengono a conoscenza della presenza della trisomia 21 per il loro bambino, tutti gli aiuti e le rassicurazioni per superare paure e difficoltà: le persone con Sindrome di Down possono andare a scuola, lavorare, avere successo nella vita, raggiungere finanche l’indipendenza, ma soprattutto condurre una vita felice!». Così Angelo Mandelli, referente del Circolo Territoriale di Pro Vita & Famiglia Onlus.

 

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore