/ Attualità

Attualità | 23 maggio 2023, 17:35

Scuola, oltre 600 bambini in Castello per la festa di Coldiretti Pavia

Laboratori e giochi a km zero con le fattorie didattiche Spazio anche alla solidarietà con la raccolta fondi per l’Emilia

Scuola, oltre 600 bambini in Castello per la festa di Coldiretti Pavia

Hanno colorato di giallo il cortile del Castello Visconteo, imparando i segreti della campagna direttamente gli imprenditori agricoli. Oltre 600 bambini provenienti dalle scuole di Pavia e provincia hanno partecipato stamattina a Fattorie in Castello 2023, la festa finale del progetto “EduCA-Educazione alla Campagna Amica” di Coldiretti Pavia. E durante la mattinata c’è stato spazio anche per la solidarietà, con la presentazione della raccolta fondi organizzata da Coldiretti in tutta Italia dopo l’alluvione che ha colpito l’Emilia-Romagna danneggiando anche 5 mila aziende agricole.

Per la grande festa delle scuole, giunta quest’anno alla seconda edizione, nel cortile del Castello Visconteo di Pavia sono stati allestiti una serie di laboratori didattici. Qui i bambini hanno potuto cimentarsi con giochi formativi e attività ricreative organizzate dalle fattorie didattiche di Coldiretti Pavia. Dal laboratorio del miele a quello della pasta, dalla lezione sul riso a quella sulla dieta mediterranea, dai segreti delle api e della cera fino a tutte le curiosità sul latte e sui formaggi, passando anche dalle lezioni di pet-therapy con i cani. Tantissime le attività che i bambini delle scuole che hanno partecipato al Progetto EduCA-Educazione alla Campagna Amica hanno potuto seguire stamattina, sotto la guida dei loro insegnanti e degli imprenditori agricoli di Coldiretti. E tutti insieme, dopo aver preso una merenda a km zero a base di riso, gli studenti hanno imparato le stagioni di frutta e verdura esercitandosi su una grande “ruota della stagionalità” di oltre quattro metri di diametro.

«Grazie a Coldiretti l’educazione alimentare sta diventando sempre più centrale nelle scuole del nostro territorio – sottolinea Stefano Greppi, Presidente di Coldiretti Pavia – Sono anni, infatti, che portiamo i nostri prodotti e gli imprenditori agricoli nelle classi, insegnando ai bambini che alla base di una buona salute c’è un’alimentazione sana, equilibrata e legata al territorio». Sono stati oltre mille gli studenti delle scuole pavesi che nel corso di quest’anno scolastico hanno partecipato al progetto di Educazione alla Campagna Amica di Coldiretti Pavia, che ha coinvolto cinque istituti comprensivi e una quarantina di classi in tutta la provincia. All’iniziativa, che è stata organizzata in collaborazione con Regione Lombardia e che ha ricevuto anche il patrocinio del Comune di Pavia, sono intervenuti il Prefetto di Pavia Francesca De Carlini, l’Assessore all’Istruzione del Comune di Pavia Chiara Valsini, il Consigliere provinciale Giuliano Ruffinazzi e il Consigliere Comunale Roberto Torti.

«Abbiamo voluto con forza la seconda edizione di questa festa perché il progetto di Coldiretti Pavia sull’educazione alimentare è diventato cruciale negli anni passati e perché resterà tale anche in futuro nella visione e nel lavoro quotidiano di Coldiretti – aggiunge Silvia Garavaglia, responsabile di Coldiretti Donne Impresa Pavia – In questo modo, infatti, possiamo trasmettere ai più giovani lo straordinario patrimonio del nostro territorio e la sua grande biodiversità, attraverso laboratori didattici sulle diverse filiere agroalimentari».

Durante la mattinata c’è stato spazio anche per la solidarietà, con la presentazione della raccolta fondi per l’Emilia organizzata da Coldiretti SALVIAMO LE NOSTRE CAMPAGNE. «Si tratta di un’iniziativa attiva in tutta Italia grazie alla quale è possibile sostenere le aziende agricole colpite dall’alluvione – spiega Antonio Tessari, Direttore di Coldiretti Pavia – Sono centinaia infatti le aziende agricole che rischiano di scomparire, con in terreni segnati da frane e smottamenti. Ma preoccupante è anche la situazione anche per bovini, maiali, pecore e capre allevati nelle stalle della Romagna alluvionata». Nelle aree colpite dall’alluvione – secondo la Coldiretti – sono a rischio almeno 50mila posti di lavoro tra agricoltori e lavoratori dipendenti nelle campagne, nelle industrie e nelle cooperative di lavorazione e trasformazione.

La Coldiretti si è impegnata in una capillare azione di solidarietà, con la raccolta fondi SALVIAMO LE NOSTRE CAMPAGNE che ha l’intento di alleviare le sofferenze di chi si trova ad attraversare un momento difficilissimo: chi volesse sostenere l’iniziativa può fare un versamento sull’IBAN IT 55 U 02008 02480 000106765286, intestato a FEDERAZIONE REGIONALE COLDIRETTI EMILIA ROMAGNA, con causale “ALLUVIONE EMILIA-ROMAGNA 2023”.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore