/ Economia

Economia | 17 ottobre 2023, 11:04

Amazon: posizioni aperte per operatori di magazzino presso il centro di distribuzione di Novara

Nel centro, operativo dal 2021, l’azienda ha già creato oltre 1.000 posti di lavoro a tempo indeterminato, superando le stime occupazionali annunciate all’apertura

Amazon: posizioni aperte per operatori di magazzino presso il centro di distribuzione di Novara

Amazon offre nuove opportunità di impiego per personale di magazzino presso il centro di distribuzione di Novara. Nel sito, aperto nel 2021, l’azienda ha creato oltre 1.000 posti di lavoro a tempo indeterminato, superando le stime occupazionali annunciate all’apertura.

La selezione è già in corso ed è gestita dalle agenzie per il lavoro che collaborano con Amazon. Per candidarsi, è sufficiente cliccare uno dei seguenti link e seguire le indicazioni per inviare la propria domanda di assunzione: Adecco; Gi Group.
Inoltre, è ora in corso la ricerca di alcuni profili per posizioni manageriali e funzioni di supporto e ci si può candidare su www.amazon.jobs.  

La posizione di operatore di magazzino prevede lo svolgimento delle attività di ricezione della merce in entrata, catalogazione, movimentazione e stoccaggio dei prodotti, impacchettamento e spedizione, nel pieno rispetto delle procedure di sicurezza e degli standard di qualità dell’azienda. È gradita, ma non necessaria, esperienza pregressa in ambito logistico; verranno prese in considerazione le candidature di personale precedentemente impiegato in un centro logistico Amazon ed è prevista un’ampia formazione per tutti coloro che verranno selezionati.
“Ci apprestiamo ad entrare nel periodo pre-natalizio, durante il quale ricorrerà anche la celebre giornata del Black Friday. La selezione in corso ci permetterà di assumere nuovo personale per far fronte all’incremento negli ordini dei clienti che sempre interessa gli ultimi mesi dell’anno. In Italia Amazon conta già oltre 18.000 dipendenti a tempo indeterminato che lavorano in un ambiente di lavoro sicuro, moderno e inclusivo, e che ricevono salari competitivi e numerosi benefit sin dal primo giorno” dichiara Alessandro Alberici, Responsabile del centro di distribuzione Amazon di Novara.

A partire dal 1° ottobre Amazon ha aumentato a 1.764 euro la retribuzione lorda iniziale dei dipendenti della rete logistica in Italia. Questa iniziativa rientra nella politica Amazon di revisione annuale degli stipendi, affinché sia garantita una retribuzione competitiva ai propri dipendenti.  

Dal 2011 l'azienda si conferma come uno dei principali creatori di posti di lavoro del Paese con 18.000 dipendenti assunti a tempo indeterminato a cui offre opportunità di carriera stabili e ben remunerate, uno stipendio di ingresso tra i più alti del settore e numerosi benefit che includono sconti sugli acquisti su Amazon.it e un'assicurazione sanitaria integrativa.

Nei suoi circa sessanta siti logistici situati in tutto il Paese, Amazon offre opportunità di crescita professionale in una varietà di ruoli, dagli operatori di magazzino ai responsabili di reparto, dai tecnici della manutenzione alle posizioni nelle risorse umane, nella sicurezza, nell'IT e nel team che gestisce gli ordini dei clienti. Amazon offre ai propri dipendenti ulteriori opportunità, come l'innovativo programma Career Choice che copre fino al 95% del costo delle tasse scolastiche e dei libri di testo per coloro che desiderano specializzarsi in un settore specifico frequentando corsi professionali, per un importo fino a 8.000 euro in quattro anni.

Investimenti in Italia  

Dal suo arrivo in Italia nel 2010, Amazon ha investito oltre €12,6 miliardi creando più di 18.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato, di cui 4.000 solo nel 2022, in circa 60 siti in tutto il Paese. Oltre ai nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato che l’azienda continua a creare, Amazon supporta imprenditori e chiunque intenda avviare un’attività in proprio, digitalizzare un’attività già esistente, oppure espandere il proprio business attraverso vari programmi: utilizzando il marketplace per la vendita o affidandosi alla rete di distribuzione di Amazon per lo stoccaggio e la consegna dei prodotti con FBA (Fulfillment by Amazon). Le imprese italiane che vendono i propri prodotti su Amazon.it hanno creato 60.000 posti di lavoro e nel 2022 hanno registrato complessivamente oltre 950 milioni di euro di vendite all’estero. 

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore