/ FESTIVAL DI SANREMO

FESTIVAL DI SANREMO | 10 febbraio 2024, 13:27

Sanremo 2024, Fiorello all’Ariston per la finale del Festival: “Sarà l’ultima volta sul palco insieme ad Amadeus”

Lo showman è il co-conduttore della serata. “Sono impressionato dai dati di ascolto: visti i risultati, il ballo del qua qua lo rifarei volentieri”

Sanremo 2024, Fiorello all’Ariston per la finale del Festival: “Sarà l’ultima volta sul palco insieme ad Amadeus”

Protagonista del ‘dopo Festival’ con il suo Viva Rai 2...Viva Sanremo! Fiorello è ormai un nome imprescindibilmente legato a quello di Amadeus in queste cinque edizione. Questa sera salirà sul palco del Teatro Ariston insieme al padrone di casa in veste di co-conduttore ufficiale, per una finale che difficilmente sarà dimenticata. 

“Sono felice di aver fatto parte di queste cinque edizioni - commenta Fiorello in conferenza stampa -. Quest’anno siamo qua fisicamente, e penso che sia una novità  per il Festival avere un altro spettacolo, un altro varietà accanto all’Ariston. Ieri abbiamo fatto tardi e come si può percepire dalla voce rauca ci abbiamo dato dentro. Stasera sarà l’ultima volta insieme ad Amadeus e penso ci divertimento molto”.  

Un po’ di emozione, nonostante la lunga esperienza, non manca: “Stasera le mie figlie sono tutte e due qui a Sanremo, c’è anche mia moglie: Amadeus è abituato ad avere la famiglia vicina ma io no, e per me sarà un’emozione e una spinta a fare ancora meglio.

Stasera cercherò di dare il massimo ma senza esagerare, perché lo so che a volte esagero. Gli imprevisti però rendono bello questo mestiere, il fatto di non essere perfetti: non mi piace preparare tutto al cento per cento, mi piace quel margine di imprevedibilità. E poi sono impressionato dai dati: se il risultato è questo, il ‘Ballo del qua qua’ lo rifarei volentieri”.

Quel che più intimorisce lo showman è proprio l’idea di avere un ruolo istituzionale sul palco: “Questa sera presenterò, per me è una novità e mi emozionerà di più questo. La gara è importante e dovrò essere serio. Non è facile, anche se può sembrarlo”.  

“Dovrò farlo anche da solo? E devo raccontare la storia della canzone come fai tu?” scherza Fiorello parlando con Amadeus, simulando una prova in diretta. Eppure l’imbarazzo sembra essere lontano dal personaggio: “Parto dai villaggi turistici e per me è un motivo di orgoglio provenire dalla scuola della strada. Lungo il mio percorso ho incontrato persone che mi hanno dato tantissimo: Claudio Cecchetto, Maurizio Costanzo, Giampiero Solari, e Bibi Ballandi sono le persone che mi hanno insegnato e instradato tantissimo e a cui sono grato”. 

da Sanremonews.it

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore