/ Sport

Sport | 07 aprile 2019, 21:19

Basket Serie B, Vigevano batte Domodossola e guarda al quarto posto

Nessuna sorpresa al PalaBasletta, la Elachem ha agevolmente la meglio su Domodossola e conquista la certezza dei play-off anche dalla matematica. Nelle ultime due giornate si tenterà l’assalto al quarto posto che garantisce il fattore campo al primo turno

Basket Serie B, Vigevano batte Domodossola e guarda al quarto posto

Vigevano vince una partita che non è mai stata in discussione. Piazza si concede ampie rotazioni senza dover spremere eccessivamente i giocatori più importanti (alla fine l’unico a superare i 30’ in campo sarà solo Vecerina, con i componenti del quintetto base poco sopra i 20’). La concomitante sconfitta di San Miniato sul campo di Alba apre scenari interessati in proiezione quarto posto, che stasera Vigevano ha agganciato ma che vede i toscani avvantaggiati dagli scontri diretti.

Domodossola sceglie di puntare dall’inizio sulla difesa a zona. Petrosino la buca nella prima azione battendo Avanzini in avvicinamento a canestro. È proprio il numero 10 ducale a essere il protagonista delle fasi iniziali, facendo quello che vuole in area: sono tutti suoi i primi 6 punti per Vigevano. La Vinavil-Cipir si tiene a contatto grazi agli inserimenti dei suoi piccoli. Basse percentuali per la Elachem da tre, il primo a trovare la via del canestro dietro la linea dei 6,75 è Benzoni al 6’ per l’11-6. Vigevano prova a scappare via quando Birindelli dopo una finta serve Rossi sotto canestro che segna e subisce fallo. Il giovane play non realizza il tiro libero, ma la squadra di casa si porta comunque sul +7. Un gioco da tre punti di Vecerina all’8 porta il vantaggio in doppia cifra, e al primo mini-intervallo Vigevano è sul +11 (21-10).

De Gregori (8 punti in 8 minuti per lui) si mangia il pitturato e va a depositare con energia il canestro del +12. Ferri da tre punisce una palla persa dai giocatori di Domodossola. Zaharie dall’angolo mostra un segno di vita da parte ospite. Il mini-break di Domodossola si completa con un’azione di Avanzini. È Vecerina a ripristinare le distanze segnando dalla lunga distanza dopo aver raccolto una rimessa da sotto canestro. Vigevano, però, perde palla due volte consecutive nella propria metà campo sul pressing avversario. La Vinavil-Cipir capitalizza e si porta sul -5 (32-27 al 16’). Verri piazza la tripla dall’angolo per il nuovo allungo vigevanese, risponde Manzo sempre da tre. Birindelli e Vecerina (miglior marcatore della partita con 20 punti) firmano un nuovo break ducale, allungato ulteriormente da due canestri che De Gregori tira fuori recuperando palloni dalla spazzatura della partita. Al riposo si va sul 47-36.

Vigevano inizia bene il terzo quarto: Rossi stoppa Buldo, Panzini segna da tre. Ballabio (di gran lunga il migliore dei suoi) si costruisce un bel canestro che tiene aperta la partita, anche perché Domodossola si mette a difendere forte. La Elachem gestisce comunque un vantaggio attorno ai 15 punti per tutto il terzo quarto, arrivando alla sirena del 30’ sul 69-54.

Nell’ultimo quarto la squadra di casa molla un po’. Ballabio (15 punti e 50% dal campo) mette due canestri consecutivi dall’angolo che fanno rientrare Domodossola sul -10 al 34’ (75-65). Piazza, vedendo i suoi andati troppo presto in modalità allenamento, chiama time out. La squadra risponde, Panzini e Vecerina danno l’ultima accelerata. Un canestro di Petrosino a 3 minuti dal termine porta la Elachem a +17 e dà il via ufficiale al garbage time. La gara si conclude sull’85-65.

Nel dopopartita Piazza guarda decisamente avanti: “Abbiamo la possibilità di arrivare al quarto posto, non dobbiamo mollare fino alla fine anche se gli scontri diretti con San Miniato ci vedono sfavoriti. Giocare una partita come questa è sempre difficile dal punto di vista mentale. Ho voluto dare ampie rotazioni, e questo forse ha portato a un po’ di rilassatezza soprattutto nel secondo quarto, durante il quale abbiamo preso davvero troppi canestri. Certamente Domodossola in quella fase ha fatto bene, mettendo anche tiri difficili. Nell’intervallo ho cercato di richiamare una maggiore concentrazione e nella ripresa le cose sono andate meglio. Nelle prossime partite giocheremo contro Siena e Borgosesia, che potrebbero avere poco da chiedere al campionato: dobbiamo provarci fino in fondo in ottica quarto posto e contemporaneamente utilizzare questi match come preparazione ai play-off. San Miniato non ha un calendario facile, è tutto da vedere. Certamente noi dobbiamo fare i nostri punti”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore