/ Sport

Sport | 01 maggio 2019, 20:50

Basket Serie B, Vigevano si ferma sull’ultimo tiro: vince Padova

La Virtus Padova fa sua gara2 dei quarti di finale play-off dopo una partita equilibrata e di grande agonismo. Sul 75-74 a 25” dalla fine, Vigevano ha in mano la palla della potenziale vittoria e va vicina anche al rimbalzo della possibile seconda opportunità: è questione di centimetri

Nella foto tratta dal canale Youtube della Lega Basket serie B, il tiro di Benzoni negli ultimi 5 secondi di Gara 2

Nella foto tratta dal canale Youtube della Lega Basket serie B, il tiro di Benzoni negli ultimi 5 secondi di Gara 2

Una bellissima partita fra due grandi squadre emana il verdetto che rinvia a gara3 la designazione della semifinalista dei play-off di serie B. Padova vince in casa per un solo punto, con Vigevano che si gioca fino all’ultimo secondo le sue chance di vittoria. Il fattore campo rimane rispettato e la serie si mantiene sul perfetto equilibrio, non solo per i risultati ma anche per quanto mostrato in campo dalle due formazioni.

Benzoni comincia subito con una tripla in transizione dopo un errore di Ferrari sotto canestro. Padova parte tirando malissimo e trova i primi punti solo al 3’ con Ferrari, pescato libero in area. La Elachem lascia in generale troppa libertà ai lunghi veneti, e al 7’ c’è il primo vantaggio della squadra di casa (14-12) grazie a Filippini, assoluto protagonista in questa fase. Padova diventa aggressiva in difesa, Vigevano patisce. Due triple segnate da Filippini e Piazza (quest’ultimo da distanza notevole) fanno volare via la Virtus, che trova quel gioco a liberare gli esterni al tiro che non le era riuscito al PalaBasletta. I ducali non riescono a rispondere, Verri e Ferri hanno le polveri bagnate. La Elachem si attacca alle iniziative di Rossi. Padova arriva a fine quarto sul massimo vantaggio: 22-14.

Vecerina (miglior marcatore per Vigevano con 19 punti) prova a creare un po’ di scompiglio nella difesa neroverde, dando la scossa alla squadra. Vigevano va più energica nel contrastare i lunghi avversari, e soprattutto trova ottime risposte a rimbalzo (37, di cui 15 offensivi, contro i 27 della squadra di casa). La Elachem colleziona carambole offensive, segnando spesso da seconda o terza opportunità. Di contro i giocatori di Padova continuano a imperversare con gli attacchi in avvicinamento a canestro. Piano piano, però, i ducali rimontano, fino al pareggio a quota 33 al 17’, raggiunto grazie a Ferri che chiude dall’angolo un’azione iniziata in difesa da Petrosino con una palla recuperata dalla rimessa avversaria. Un secondo quarto positivo per Vigevano, che va all’intervallo lungo sotto di appena due punti (38-36).

Le combinazioni Verri – Petrosino (per lui 18 punti e 7 rimbalzi) funzionano. Padova fa circolare palla con maestria. Piazza (15 punti e 3/3 da tre) prova a rompere l’equilibrio al 24’ con una tripla in palleggio-arresto-e-tiro, ma Minoli risponde immediatamente. Le squadre giocano davvero bene, trovando canestri difficili. La differenza prova a farla ancora Piazza, che con giocate di gran classe riesce a strappare un break di 4-0 al 27’. Si perde il conto dei passaggi nell’azione che porta Filippini (22 punti in 39 minuti giocati) a segnare la tripla del +7 veneto. La risposta arriva dal tiratore che non ti aspetti: Pippo Rossi. Alla sirena del terzo quarto, così, le squadre sono ancora incollate sul 61-59.

La palla, visto l’equilibrio e la posta in palio, dovrebbe scottare, e invece le squadre danno prova di maturità e non sentono la pressione. A 7’ dalla fine una tripla di Vecerina vale il sorpasso gialloblù. Dura lo spazio di un’azione, perché da lì in poi Vigevano si fa frettolosa in attacco. Padova approfitta degli errori avversari e apre un divario di 6 punti. La Elachem recupera con la difesa, e al 38’ è di nuovo una tripla di Vecerina a segnare il -1. È il canestro del 75-74, che sarà anche il risultato finale perché negli ultimi 100 secondi non segna più nessuno. Vecerina manca per due volte il difficile canestro del sorpasso, ma anche Ferrari sbaglia. Si arriva così agli ultimi 25 secondi.

Vigevano si affida a Benzoni, ma il suo tiro dopo un uno-contro-uno sbatte sul primo ferro. Verri lotta a rimbalzo, ma è accerchiato dai giocatori avversari e la palla finisce tra le mani di Filippini. È l’ultimo atto della partita, domenica si tornerà al PalaBasletta per la gara decisiva. Equilibrio anche dall’altra parte del tabellone, dove San Giorgio su Legnano ha battuto in casa Cesena rimediando alla sconfitta patita in terra di Romagna: pure questa serie andrà a gara3.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore