/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Attualità | 18 luglio 2018, 11:48

Via libera risoluzione politica agricola comune (PAC), Ruggero Invernizzi (FI): «Il consiglio regionale a fianco degli agricoltori lombardi e del sistema produttivo agricolo regionale»

Via libera risoluzione politica agricola comune (PAC), Ruggero Invernizzi (FI): «Il consiglio regionale a fianco degli agricoltori lombardi e del sistema produttivo agricolo regionale»

È stata approvata, alla quasi unanimità, nel corso dell’odierna seduta di Consiglio Regionale la risoluzione in merito alla Politica Agricola Comune (PAC) dell’Unione Europea.  

La proposta di risoluzione votata da Palazzo Pirelli contiene impegni precisi e puntuali sia verso il Presidente che verso la Giunta regionale affinché si attivino presso il Governo per contrastare ed evitare, in modo deciso, specialmente a livello di Commissione Europea, i progetti di riforma della PAC 2021/2027.

Uno dei punti cardine del dispositivo di impegno della risoluzione, che la negoziazione della PAC avvenga a livello di Commissione europea e di Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura, avendo diretta competenza sulla Politica Agricola Comunitaria.

«Con il via libera di oggi si è sancito un impegno comune da parte del Consiglio regionale per contrastare gli aspetti negativi dei tagli previsti per l’Italia, ovvero, cifre alla mano, circa il 12% rispetto al budget 2014-2020 di cui un taglio dell’8% dei pagamenti diretti e uno del 15% relativo allo sviluppo rurale, minori entrate che penalizzerebbero in modo decisivo Regione Lombardia, che vede nel settore agroalimentare una delle sue eccellenze a livello nazionale.

I agli annunciati produrranno, infatti, - sottolinea Ruggero Invernizzi, Presidente della Commissione Agricoltura - l’ effetto negativo di mettere crisi la stessa organizzazione produttiva dell’agricoltura lombarda e, più in generale, di quella italiana che rappresentano un eccellenza che, al contrario, va valorizzata e, a cui va ridata dignità.  

Non dimentichiamo mai, inoltre, i tre aspetti fondamentali dei mondo agricolo: le 3C ovvero cibo, competitività e consumatori. Favorire l’utilizzo e la diffusione di cibo di qualità attraverso la nutraceutica ovvero consumare alimenti che hanno effetti benefici sulla salute dei cittadini, la competitività della nostra agricoltura ovvero la capacità di utilizzare adeguatamente le risorse e tenere in debito conto, come fa già la nostra agricoltura lombarda, le richieste e necessità dei consumatori. 

Il mondo agricolo di Regione Lombardia rappresenta un fiore all’occhiello per l’intera Nazione e, per questo, è importante cercare di arrivare ad una politica di ulteriore rilancio delle specialità agroalimentari tricolori come nuovo punto di partenza per il mercato agricolo e tutela dei posti di lavoro del settore.

Un progetto che vada nella direzione opposta a quella paventata dall’Unione Europea con il nuovo PAC e cui Regione Lombardia si è opposta con questo provvedimento votato oggi.»

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore