/ Cronaca

Cronaca | 30 marzo 2019, 11:02

"Mi hanno rapinato": ma quando la Polizia indaga scopre una reatà ben diversa

Nei guai un trentenne novarese che si era rivolto alla questura

"Mi hanno rapinato": ma quando la Polizia indaga scopre una reatà ben diversa

Si è presentato in Questura, a Novara, raccontando di essere stato rapinato da tre extracomunitari armati di coltello. 

Una dinamica che, per come era stata raccontata, aveva fatto sorgere sospetti agli uomini della sezione antirapine della Squadra Mobile diretta dal vice questore aggiunto Valeria Dulbecco. E, in effetti, scavando a fondo e dopo aver messo alle stretto l'uomo per capire esattamente l'accaduto, è emerso che il trentenne, residente a Novara e vittima di ludopatia, si era inventato la rapina perché, dopo aver giocato – e perso – ai videopoker il denaro che aveva con sé, non aveva trovato il coraggio di dirlo ai suoi familiari.

Al termine delle indagini, l’uomo è stato denunciato alla Procura di Novara con l'accusa di simulazione di reato.

A Novara questa è la seconda rapina che viene scoperta come falsamente denunciata in poco più di tre mesi. "Oltre alle conseguenze penali che il fatto comporta - fanno sapere dalla Questura novarese - è doveroso ricordare che denunciare un grave fatto come può essere una rapina a mano armata crea allarme sociale e preoccupazione nella cittadinanza".

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore