/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Cronaca | 14 luglio 2019, 22:32

Magenta: parcheggio multipiano, luogo di ritrovo per vandali

Ancora danni al silos di via De Gasperi

Magenta: parcheggio multipiano, luogo di ritrovo per vandali

E’ diventato il punto di ritrovo dei ragazzi. E, purtroppo, anche di bande di minorenni che lo vandalizzano. Il parcheggio multipiano di via De Gasperi a Magenta sta subendo danni per migliaia di euro e non sembra esserci una soluzione. Ieri mattina è stato ritrovato l’ennesimo punto luce spaccato. L’ultimo di una serie di danneggiamenti posti in essere da bande di ragazzini annoiati che lo hanno preso per luogo di divertimenti e scorribande. Tanto che non molto tempo fa hanno svuotato anche gli estintori. Un mese fa la Polizia locale è arrivata giusto in tempo per sorprendere in flagranza due ragazzini di circa 15 anni che svuotavano gli estintori. Di giorno il multipiano viene usato sempre dai giovani che utilizzano la rampa di accesso ai piani superiori per le auto, per farci delle volate in bicicletta.

“E’ pericoloso – commenta un residente – prima o poi si faranno del male”. I residenti si lamentano del rumore che proviene dal silos, aggravato in questo periodo estivo, quando i ragazzi che frequentano il parcheggio si moltiplicano. “L’ultimo piano è quello più vandalizzato – aggiunge un’altra persona – il parcometro preso ripetutamente a calci e poi si trovano bottiglie in giro. Segno che di notte ne combinano di tutti i colori. Tutto sanno che i gruppetti di giovani vanno all’ultimo piano a fumare marijuana”.

La notte il problema sembra più grave. Il servizio di vigilanza privata non basta da solo a contenere le bande di ragazzini pronte a distruggere ogni cosa. “Non sarebbe male che, di notte, anche una pattuglia di carabinieri arrivasse sul posto, di tanto in tanto – conclude un residente – sappiamo che gli uomini scarseggiano. Ma sarebbe un deterrente. Il multipiano sembra ormai preso di mira e sarà difficile riuscire a trovare una soluzione contro i vandalismi che si ripetono”.

Articolo tratto da www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore