/ Attualità

Attualità | 24 settembre 2019, 07:36

Nidi Gratis, l’elenco completo dei Comuni beneficiati dalla misura di Regione Lombardia

Nidi Gratis, l’elenco completo dei Comuni beneficiati dalla misura di Regione Lombardia

E’ stata pubblicata la lista delle strutture pubbliche e private ammesse alla misura ‘Nidi gratis’ per il biennio 2019/2020.

Sono state inserite strutture nei comuni di Abbiategrasso, Arluno, Albairate, Bernate, Binasco, Buscate, Casorezzo, Castano, Bareggio, Magenta, Cisliano, Cornaredo, Vermezzo con Zelo, Morimondo, Parabiago, Settimo Milanese e molti altri fra cui Vigevano e Pavia.

L’elenco completo delle strutture, diviso per Province e Comuni, e’ consultabile al seguente link:https://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/b76c46ab-aa73-4419-bbd2-0d7ce7e48941/NidiGratis+19-20_Elenco+complessivo+strutture+AMMESSE_v3.0_230919.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-b76c46ab-aa73-4419-bbd2-0d7ce7e48941-mRtnVwU

AIUTO CONCRETO – “La misura Nidi Gratis – spiega l’assessore
alle Politiche per la Famiglia, Genitorialita’ e Pari
opportunita’, Silvia Piani – e’ un’iniziativa di grande valore
sociale, come riconosciuto anche dall’Unione europea. Per l’anno
scolastico in corso sono stati stanziati 37 milioni di euro,
destinati a sostenere le famiglie lombarde in situazione di
vulnerabilita’ economica e sociale, facilitando l’accesso ai
servizi per l’infanzia e rispondendo ai bisogni di conciliazione
vita-lavoro”.

CONCLUSA LA PRIMA FASE – La pubblicazione della lista dei
soggetti ammessi costituisce la chiusura della prima fase,
quella della manifestazione di interesse da parte dei Comuni
interessati, che ha visto aderire poco meno di 600
Amministrazioni, di cui 30 di nuova adesione. Seguira’ la fase
successiva di questo iter, che prevede il bando destinato alle
famiglie, che potranno aderire a partire dalle ore 12 di oggi, lunedi’
23 settembre 2019, alle ore 12 di venerdi’ 25 ottobre 2019, fino a
esaurimento delle risorse economiche stanziate.

REQUISITI PER ADERIRE – Per poter accedere alla Misura, le
famiglie devono avere un reddito Isee ordinario 2018 inferiore o
uguale a 20.000 euro; i genitori devono risiedere in Lombardia,
entrambi essere occupati oppure un genitore deve essere
occupato, mentre il genitore disoccupato deve essere in possesso
della DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilita’) e del PSP
(Patto di Servizio Personalizzato).

Articolo tratto da www.ticinonotizie.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore