/ Sport

Sport | 14 aprile 2020, 14:40

Tennis, i campioni d’Italia di Selva Alta acquistano un top player. Accordo raggiunto con l’ex top 5 Robredo

L’esperto giocatore spagnolo vanta un palmares da sogno. Il suo miglior ranking mondiale è il quinto posto raggiunto nell’agosto 2006

nella foto Tommy Robredo

nella foto Tommy Robredo

L’accordo con il giocatore era stato raggiunto circa un mese fa, ma la comunicazione ufficiale da parte della società vigevanese è arrivata in questi giorni. Tommy Robredo è un atleta dello Sporting Selva Alta. Un giocatore di esperienza che va a rafforzare una squadra di vertice come quella ducale. Robredo compirà 38 anni il prossimo 1 maggio ed in carriera, oltre a diversi titoli Atp, ha vinto anche la Coppa Davis.

Vista l’emergenza Covid-19 si può dire certamente che il circolo tennistico vigevanese abbia compiuto un colpo in controtendenza. “Ci serviva - spiega Alessio Rodolfo Masera, direttore sportivo della squadra - un giocatore forte sulla terra battuta. E’ vero che in casa giochiamo sul veloce, però abbiamo visto negli anni passati che alcune formazioni utilizzano campi in terra battuta”.

Da qui è quindi nata l’esigenza della squadra ducale di cercare un giocatore con determinate caratteristiche. Il lavoro si è in un primo momento concentrato su atleti azzurri. “Ci sono pochi italiani disponibili - riprende Rodolfo Masera - e quindi a Filippo Baldi è venuto in mente il nome di Robredo. L’idea ci è subito piaciuta, lo abbiamo sentito ed abbiamo trovato un accordo”.

Anche in questo caso l’elemento vincente è stato il grande attaccamento alla squadra da parte di Baldi. Sul futuro del campionato, allo stato attuale, prevalgono però i punti interrogativi. “Abbiamo svolto l’iscrizione regolarmente - sottolinea Rodolfo Masera - il campionato dovrebbe quindi disputarsi, ma non sappiamo ancora nulla dalla Federazione. La situazione è in continua evoluzione: attendiamo”.

Nel caso dovesse riprendere la stagione, il grosso problema sarebbe rappresentato dall’accavallarsi degli impegni a squadre con quelli dell’attività individuale. In questa situazione Selva Alta potrebbe comunque essere avvantaggiata. Già perché molti atleti presteranno particolare attenzione ai tornei, in modo da far punti e di conseguenza guadagnare posizioni in classifica. Un giocatore come Robredo invece, ormai a fine carriera, potrebbe essere meno interessato alla classifica e più disponibile per gli impegni a squadre. Lo stesso discorso può essere ripetuto anche per il compagno di squadra James Ward.

Il giocatore britannico è stato riconfermato dallo Sporting Selva Alta, al pari di tutti gli altri elementi che hanno guidato la squadra alla conquista del titolo tricolore. Antoine Hoang, Alessandro Bega, Roberto Marcora e ovviamente Filippo Baldi saranno ai nastri di partenza del prossimo campionato.

E non è solo il campionato ad avere tante incertezze, ma anche il circolo di Selva Alta. Una riapertura ad inizio maggio permetterebbe al circolo di effettuare un determinato programma, ma se tutto ciò dovesse slittare bisognerà adottare un piano b. “Non sappiamo che situazione troveremo alla ripresa - conclude Rodolfo Masera - non conosciamo neppure una data per la possibile riapertura. Il problema successivo sarà poi quello di reperire i fondi dagli sponsor per l’attività agonistica. Con la situazione economica attuale penso non sarà affatto semplice”.

Fabrizio Negri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore