/ Attualità

Attualità | 05 maggio 2020, 21:15

Garlasco e la protesta dei commercianti. Il sindaco Farina: «Noi faremo la nostra parte»

foto generica di repertorio

foto generica di repertorio

«Abbiamo ascoltato con attenzione le problematiche dei nostri commercianti e letto il documento che ci hanno consegnato con alcune richieste. Gireremo le indicazioni a Stato e Regione, enti che sono preposti alla risoluzione di tali esigenze. Noi, da parte nostra abbiamo già scontato la tassa sui rifiuti a chi ha un negozio o attività commerciale per tre mesi. Stiamo pensando poi anche di non far pagare la Tosap per il 2020».

Il sindaco di Garlasco Pietro Francesco Farina, commenta l’incontro con una delegazione di commercianti svoltasi ieri sera a palazzo municipale. L’incontro autorizzato dal prefetto di Pavia si era reso necessario dopo la clamorosa protesta di circa 50 commercianti che domenica 3 maggio avevano occupato verso mezzogiorno piazza della Repubblica, al centro di Garlasco con la volontà di restituire simbolicamente le chiavi dei propri negozi al sindaco.

Gli esercenti del centro lomellino chiedono aiuti concreti al governo ed alla Regione dopo quasi due mesi con le serrande chiuse. Le forze dell’ordine avevano interrotto quello che si configurava come assembramento. Presente ieri sera in municipio anche il consigliere con delega al Commercio, Riccardo Tosi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore