/ Attualità

Attualità | 26 settembre 2020, 17:54

Vigevano-Malpensa, intervengono i sindaci del Sì: “Inaccettabili dichiarazioni da parte del Ministro De Micheli”

L'asse del SI' non ci sta: "Siamo letteralmente indignati, il Ministro del PD ha buttato la maschera""

Vigevano-Malpensa, intervengono i sindaci del Sì: “Inaccettabili dichiarazioni da parte del Ministro De Micheli”

“Dichiarazioni inaccettabili” secondo i sindaci del Sì alla Superstrada quelle rilasciate i giorni scorsi dal Ministro ai Trasporti Paola De Micheli, secondo la quale l’attuale progetto della Vigevano-Malpensa non si farà, in attesa di un progetto migliore. Unanime la risposta dei primi cittadini di Vigevano, Abbiategrasso, Ozzero, Robecco e Magenta: “Siamo indignati per questa presa di posizione che non tiene conto della volontà dei sindaci e della maggior parte dei cittadini. Non ci sentiamo più rappresentati. Per ben due volte abbiamo richiesto al Ministero un incontro urgente per discutere dello stato del progetto, ma non ci è stata ancora data risposta”.

“Pd e Cinque Stelle condizionano, in negativo, le politiche di sviluppo e progresso del nostro territorio e al governo non ascoltano la voce dei sindaci che rappresentano la maggioranza dei cittadini – aggiungono -. Condannano al declino e pregiudicano lo sviluppo di tutta la nostra zona e dell’intera area vigevanese e della Lomellina”.

Per il popolo del sì il Ministro, con queste dichiarazioni, è infine uscito allo scoperto: “Emerge finalmente e in maniera chiara la volontà politica di non realizzare la strada, e cade il velo dell’ipocrisia che tentava di celare questa volontà dietro motivazioni tecnico-procedurali, bloccando un’opera che era già finanziata e pronta per partire – concludono -. Ora, chi continua a lamentarsi dei problemi del traffico, della mancanza di collegamenti, della perdita di attività produttive e posti di lavoro saprà a chi rivolgersi e di chi sono le responsabilità”.

Articolo tratto da www.ticinonotizie.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore