/ Cronaca

Cronaca | 15 ottobre 2020, 19:52

Vigevano: gravato da un provvedimento di espulsione viene sorpreso dalla polizia in hotel, arrestato un 28enne

L'uomo un 28enne di origini albanesi è stato condannato a una pena di 5 mesi e 10 giorni con un nuovo provvedimento di espulsione alla frontiera

Vigevano: gravato da un provvedimento di espulsione viene sorpreso dalla polizia in hotel, arrestato un 28enne

La Polizia di Stato di Vigevano, ieri mattina, ha arrestato un 28enne cittadino albanese, in Italia senza fissa dimora, perché, già oggetto di provvedimento di espulsione e conseguentemente rimpatriato in Albania lo scorso 28 agosto, il predetto è rientrato nel territorio nazionale prima della scadenza dei cinque anni come previsto dalla normativa.

L'uomo, che ha una fidanzata, sua connazionale residente a Milano, la scorsa notte, ha alloggiato presso un noto hotel di Vigevano e l'inserimento delle sue generalità nella banca dati degli alloggiati in strutture ricettive del Ministero dell'Interno, ha attivato un avviso telematico agli uffici territoriali della Pubblica Sicurezza.

Dunque, gli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Polizia di Stato di Vigevano, hanno raggiunto il cittadino albanese in questione presso l'albergo dove era ospite e dopo averlo accompagnato in ufficio e svolto gli accertamenti diretti ad appurare la sua certa identificazione, lo hanno tratto in arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza sino alla celebrazione del processo per direttissima che ha avuto luogo stamane presso il Tribunale di Pavia.

L'arresto è stato convalidato e, a conclusione del processo terminato con un patteggiamento, il giudice gli irrogato la pena di cinque mesi e dieci giorni di reclusione con la misura di sicurezza di un nuovo provvedimento di espulsione dall'Italia da eseguirsi con accompagnamento alla frontiera. 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore