/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Attualità | 11 novembre 2020, 11:22

Adesso il professor Galli pensa alla nostra linea: "A Natale niente cenoni allargati"

Adesso il professor Galli pensa alla nostra linea: "A Natale niente cenoni allargati"

“La gestione del post lockdown e’ stata evidentemente molto carente. Abbiamo riaperto senza che fossero poste in atto precauzioni sufficienti e senza avviare a soluzione problemi quali, ad esempio, la sicurezza dei trasporti pubblici e il potenziamento della diagnostica e delle strutture sanitarie dedicate. Sul piano assistenziale, l’attuale gestione deve affrontare gli stessi problemi di marzo. Chiudere adesso per ‘salvare il Natale’ puo’ non essere piu’ sufficiente. I tradizionali cenoni allargati quest’anno non saranno comunque possibili”. Lo ha detto Massimo Galli, Past President Simit – Societa’ Italiana di Malattie Infettive e Tropicali e Primario di Malattie Infettive all’Ospedale Sacco di Milano, nel corso della terza sessione della giornata inaugurale del ‘Global Health – Festival della Salute Globale’ e in particolare nel modulo “Origine, gestione ed evoluzione della pandemia in Italia e nel mondo”, moderato dal giornalista Daniel Della Seta.

 

Continua Galli: “Alla luce dei numeri, se gli interventi non funzionassero arriveremmo a Natale nel pieno della seconda ondata. Se funzioneranno, dovremo adeguarci a una riapertura graduale e a molte cautele, per non ripetere quanto gia’ successo a Ferragosto. Rispetto alla scorsa primavera, quando la gente era impaurita, ma solidale e disponibile a seguire le disposizioni, ora c’e’ molta stanchezza e anche molta rabbia. Posizioni irrazionali trovano molto piu’ spazio”.

Articolo tratto dal sito partner www.ticinonotizie.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore