/ Sport

Sport | 14 marzo 2021, 11:23

La boxe piange il Meraviglioso: è morto Marvin Hagler

La boxe piange il Meraviglioso: è morto Marvin Hagler

Per tutti restera’ ‘Marvelous’, il Meraviglioso Marvin Hagler, dominatore dei medi dall’80 all’87.

La scomparsa a 66 anni del fuoriclasse americano della boxe, uno dei piu’ grandi pugili della storia, e’ arrivata all’improvviso sabato sera, nell’ora in cui l’America si fermava davanti alla tv per vederlo salire sul ring. La notizia e’ stata data dalla moglie, Kay, sulla pagina ufficiale su Facebook del Fan Club di Hagler. Nel giro di pochi minuti sono arrivati sui social migliaia di commenti, in rete sono apparsi i filmati degli incontri piu’ importanti.

– Per quasi dieci anni, Marvelous ha battuto tutti i suoi grandi avversari, da Roberto Duran a Thomas Hearns con cui, nell’85, diede vita a uno dei round piu’ entusiasmanti di sempre, il primo: furono tre minuti in cui i due pugili si picchiarono senza pausa, inanellando una serie di ganci e controganci, jab e risposta, condensando in un round i colpi che mediamente due pugili si danno in un intero incontro.

Lo spettacolo fu talmente straordinario da far sperare che il gong non arrivasse mai. “Ho sempre voluto essere qualcuno”, aveva confessato nell’82 in un’intervista a Sport Illustrated.

“A baseball – spiego’ – volevo giocare come Mickey Mantle o Willie Mays, a basket sarei stato Walt Frazier o Kareem. Nella boxe volevo essere Floyd Patterson o Emile Griffith”. Ma alla fine Marvin Nathaniel Hagler e’ stato se stesso, uno dei piu’ grandi. Aveva finito per cambiare legalmente il nome in Marvelous.

Articolo tratto dal sito partner www.ticinonotizie.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore