/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2021, 14:44

"Mix di vaccini? La sicurezza è elevata"

Lo garantisce il direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco Magrini: "Ci sono studi clinici effettuati con il massimo rigore etico"

"Mix di vaccini? La sicurezza è elevata"

Anche la regione più recalcitrante, la Campania, alla fine si è adeguata e, in ottemperanza a quanto disposto dal Ministero della salute, da oggi in poi inietterà come richiamo i vaccini anti-Covid a Rna messaggero Pfizer o Moderna alle persone con meno di 60 anni che hanno ricevuto come prima dose il vaccino a vettore virale AstraZeneca.

Le nuove disposizioni sulla somministrazione dei vaccini emanate dal Ministero hanno scatenato un putiferio (nel caso di Astrazeneca, è la quarta volta che cambiano in Italia) ma un punto fermo c'è: il direttore generale dell'Agenzia italiana del farmaco, Nicola Magrini, ha dichiarato che iniettare vaccini diversi come prima e seconda dose "garantisce una sicurezza elevata".

"Ci sono studi clinici che sono stati fatti nel massimo rigore etico - ha detto Magrini a Rainews24 - Il dubbio era se con il mix si sarebbero riscontrati maggiori effetti indesiderati e quale entità ma invece sono per lo più lievi o moderati e quindi  la sicurezza è molto elevata".

 

 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore