/ Sport

Sport | 28 giugno 2021, 23:56

La Svizzera fa impazzire l'Italia ed elimina la Francia ai rigori

Una partita che entra nella storia rossocrociata e degli Europei manda ai quarti la Svizzera che elimina i Bleus campioni del mondo ai rigori (errore decisivo di Mbappé) dopo una girandola di emozioni e il 3-3 dei tempi regolamentari. Venerdì alle 18 sfiderà la Spagna

Mbappé fallisce l'ultimo e decisivo rigore

Mbappé fallisce l'ultimo e decisivo rigore

Hop Suisse. La Svizzera fa impazzire l'Italia ed elimina la Francia dell'Europeo dopo una partita che riscrive la storia del calcio rossocrociato. L'arroganza dei Bleus, avanti 3-1 dopo aver rischiato di andare sotto di 2 gol (rigore fallito da Ricardo Rodriguez, o parato da Lloris, dopo l'1-0 svizzero di Seferovic), soprattutto grazie a giocate individuali (doppietta di Benzema prima dello straordinario gol di Pogba all'incrocio da fuori), sono stati castigati ai rigori (tutti a segno, tranne l'ultimo di Mbappé).

I campioni del mondo vanno dunque a casa per mano di una folle e magnifica Svizzera che raduna tutta la bellezza e, a volte, l'incoscienza del calcio e che ha ripreso la partita al 90' grazie allo scatenato Gavranovic (poco prima gli era stato annullato un gol) con uno splendido destro dal limite dopo che all'81' Seferovic aveva già bucato una difesa transalpina di burro.

Petkovic, l'allenatore rossocrociato, è arrivato nel secondo supplementare senza avere più cambi ma nei due tempi oltre il 90' la sua squadra è stata più squadra, più unita, più affamata, più umile a parte una gigantesca occasione divorata da Mbappé. E ha fatto impazzire l'Italia, oltre che il Canton Ticino e tutta la Svizzera, trascinandola ad affrontare la Spagna (altra vittoria folle: 5-3 ai supplementari sulla Croazia) nei quarti di venerdì alle 18, lo stesso giorno di Italia-Belgio (alle 21). Hop Suisse.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore