/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Eventi | 14 luglio 2021, 02:31

Vigevano, Il "Principe" De Gregori affascina il Castello Sforzesco

Il cantautore romano è stato acclamato dal pubblico vigevanese

Vigevano, Il "Principe" De Gregori affascina il Castello Sforzesco

Il concerto ha avuto nizio con l'esecuzione di 3 brani in versione acustica, chitarra, voce e armonica a bocca, che, come ha raccontato De Gregori è una tradizione dai tempi in cui da ragazzo agli esordi faceva da spalla per aprire i concerti di gruppi famosi, nei lontani anni '70, con 3-4 brani, consuetudine che ripete ad ogni esibizione.

Subito dopo è arrivata la band che ha annoverato tra gli elementi uno splendido organo Hammond, ormai sempre meno presente nei concerti live, ma che, con quel suono tipico di questo organo elettrico americano ha riportato il pubblico indietro nel tempo, ai mitici anni '60' 70.

La canzone "Scacchi e tarocchi" ha aperto questo percorso di musica e parole che ha fatto sentire la platea come in una favola. Con De Gregori ogni parola si fonde appieno con le note che l'accompagnano. 

Un sound trascinante, melodie intramontabili e testi senza tempo hanno accompagnato il pubblico tra le spire della storia della nostra Italia, con il brano "La Storia siamo noi" e "Il Cuoco di Salò".

Eccellenti performance di alcuni membri del gruppo, musicisti di straordinario talento, il chitarrista e polistrumentista Alessandro Valle, del bassista Guido Guglielminetti e del batterista Simone Talone 

Dopo la canzone "Buonanotte Fiorellino" il cantautore romano ha detto "la notte si sta avvicinando a grandi passi" e ha interpretato "La Donna Cannone" tra l'entusiasmo del pubblico. 

Al termine la platea in delirio ha incitato il "Principe" a ritornare sul palco e concedere due bis, "Il vestito del violinista" e "Viva l'Italia".

Francesca Ventura

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore