/ Cronaca

Cronaca | 23 luglio 2021, 11:09

Ragazze morte a San Giuliano: l’amico conferma i fatti

Ragazze morte a San Giuliano: l’amico conferma i fatti

E’ stato interrogato ieri al carcere di Bollate  il marocchino di 35 anni che si trovava in compagnia delle due connazionali uccise, lo scorso 3 luglio, da un mezzo agricolo mentre si trovavano in un campo di mais tra San Giuliano Milanese  e Locate Triulzi.

L’uomo, indagato per omissione di soccorso per essere scappato senza aiutare le ferite, era gia’ stato ascoltato in Procura a Lodi e aveva raccontato ai carabinieri del Nucleo Investigativo di Milano che quella notte erano 7 in totale: quattro marocchini, una donna di origine romena e le due vittime, Sara El Jaafari, di 28 anni, e Hanan Nekhla, di 32.

Secondo l’autopsia, la prima e’ morta sul colpo a causa dei traumi da schiacciamento del mezzo pesante, mentre Hanan e’ morta dissanguata dopo ore di sofferenza, durante le quali ha trovato la forza di chiamare il 112 per dare l’allarme.

Da quanto si e’ appreso, l’uomo ha confermato sostanzialmente la ricostruzione dei fatti gia’ delineata e definita dai carabinieri e dalla Procura di Lodi, che proseguono le indagini volte ad identificare e rintracciare tutti i soggetti presenti al momento dei fatti.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore