/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2021, 20:13

Vigevano: presentata la seconda fase dell'alternanza scuola-lavoro

L'iniziativa coinvolge circa 4mila studenti delle scuole superiori cittadine

Vigevano: presentata la seconda fase dell'alternanza scuola-lavoro

Sono circa 4.000 gli studenti che frequentano i diversi istituti superiori pubblici e privati in Vigevano. Una popolazione su cui l’attuale pandemia di COVID-19 sta avendo un particolare impatto anche a causa delle passate interruzioni delle attività scolastiche in presenza, delle attività extra-curricolari e di progetti di istruzione e formazione. Particolare attenzione deve essere posta nei Percorsi per le Competenze Trasversali e l'Orientamento (PCTO), esperienze obbligatorie per tutte le studentesse e gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori, licei compresi, ideate per avvicinare il tessuto produttivo al mondo della scuola.

“L’Amministrazione Comunale ringrazia la Consigliera Paola Cavallini per la promozione dell’iniziativa ‘Alternanza Scuola-Lavoro in sicurezza’ e Croce Rossa Italiana Comitato di Vigevano per l’impegno logistico profuso nel contrasto alla pandemia” introduce Andrea Sala, Assessore al volontariato del Comune di Vigevano.

“Grazie alla prima fase del progetto ‘Alternanza scuola-lavoro sicura’”, spiega Paola Cavallini, Presidente della Commissione Politiche Educative del Comune di Vigevano, “gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore ‘Caramuel – Roncalli’ hanno potuto accedere in azienda in totale sicurezza e acquisire importanti conoscenze per la loro futura carriera professionale”.

Infatti, “i PCTO sono una componente fondamentale per i trienni, nonché condizione necessaria per essere ammessi agli esami di stato”, spiega il Prof. Matteo Alfonso Loria, dirigente scolastico dell’IIS. Caramuel – Roncalli. “L'accordo con l’amministrazione comunale e Croce Rossa permette di monitorare i ragazzi durante l'esperienza e superare i timori che abbiamo riscontrato da parte delle aziende”.

Con l’avvio della seconda fase del progetto, l’accordo si estende anche all’Istituto Tecnico Statale ‘L. Casale’. “L’anno scorso nel nostro Istituto l'alternanza scuola-lavoro è stata sostituita con percorsi interni grazie alla partecipazione di esperti ed imprenditori”, spiega la Prof.ssa Elda Frojo, dirigente scolastico dell’ITS ‘L. Casale’. “Quest'anno vogliamo garantire nuovamente l'inserimento degli studenti in azienda. È quindi fondamentale un accordo sul territorio per permettere agli studenti di accedere ai tamponi. Per questo motivo, Vigevano dimostra un’ottima capacità di collaborazione”. 

“I test antigenici rapidi per gli studenti sono una naturale prosecuzione dell’attività intrapresa per il mondo del volontariato ad inizio 2021 grazie a Fondazione Piacenza e Vigevano”, spiega Andrea Motta, presidente di Croce Rossa Italiana Comitato di Vigevano. “Abbiamo affinato uno strumento adattabile a diverse esigenze. La rete che si è creata tra scuola, aziende ed istituzioni è di grande valore perché permette di intercettare i nascenti bisogni del territorio”.

L’accordo con gli istituti scolastici prevede, infine, alcune giornate di effettuazione di tamponi gratuiti a tutta la popolazione scolastica al fine di monitorare l’andamento dei contagi e cercare di prevenire forzose interruzioni della didattica in presenza.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore