/ Attualità

Attualità | 14 gennaio 2022, 15:18

Esulta sui social per la morte di Sassoli: "Un comunista in meno". Bufera a Ivrea

Il post è stato pubblicato (e poi cancellato) da un membro del cda della Fondazione Storico Carnevale. Le polemiche, poi le dimissioni

Esulta sui social per la morte di Sassoli: "Un comunista in meno". Bufera a Ivrea

"Un comunista in meno" per commentare la morte di David Sassoli, l'ex presidente del Parlamento Europeo. Con queste parole, nelle scorse ore, si è scatenata la polemica social (e non solo) a Ivrea. Questo perché l'autore del post affidato a Facebook - e poi cancellato - è Pino Esposito: non un utente qualunque, ma un membro del consiglio della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea.

Le sue parole, anche se rimaste breve tempo online, non sono sfuggite all'attenzione e in tanti le hanno segnalate sia ai vertici dell'ente che al sindaco di Ivrea, Stefano Sertoli. Lo stesso primo cittadino ha subito contattato l'autore del post, convincendolo a dare le dimissioni dal suo incarico.

Mentre la Fondazione ha subito preso le distanze dalle dichiarazioni apparse sui social da parte dell'ormai ex consigliere. "Ci rammarichiamo che un simile episodio abbia irrimediabilmente compromesso il rapporto di fiducia costruito in questi difficili mesi di lavoro, in un contesto reso ancor più complesso dall’evolversi della pandemia", si legge in una nota ufficiale. “Il consigliere Pino Esposito ha sempre manifestato un fortissimo attaccamento ai valori della nostra festa, nonché una disponibilità e un senso di appartenenza indiscutibili - aggiunge il presidente Piero Gillardi -. Proprio per questo siamo ancor più delusi da questo incidente, certamente evitabile, che ci ha sorpresi nella forma e nei contenuti”.

Mi rammarico per quanto accaduto e mi scuso con la cittadinanza e con i miei colleghi Consiglieri e il Presidente della Fondazione dello Storico Carnevale di Ivrea per un messaggio certamente non in linea con i valori del nostro Carnevale per i quali abbiamo continuato a lavorare con impegno e dedizione in tutti questi mesi - ha detto il consigliere Pino Esposito -. Per senso di responsabilità e per consentire alla Fondazione di proseguire serenamente e senza ombre quel percorso di rinnovamento che abbiamo cominciato insieme, preferisco fare un passo indietro e rimettere il mio mandato nelle mani del Sindaco Stefano Sertoli”.

Massimiliano Sciullo da Torinoggi.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore