/ Attualità

Attualità | 11 aprile 2024, 19:54

Amica Chips ritira lo spot: "Non volevamo offendere"

La decisione comunicata sui social dopo le proteste: a ottenere particolare eco era stata la decisione di un collegio del Varesotto di non vendere più le patatine

Amica Chips ritira lo spot: "Non volevamo offendere"

Addio spot sulle patatine contestato. Amica Chips ha appena annunciato il suo ritiro, dopo le proteste. Quella più clamorosa, che aveva ottenuto grande eco, era stata la decisione del rettore del collegio Rotondi a Gorla Minore, nel Varesotto, di non vendere più le patatine

Ecco le parole pubblicate dalla società: «Presentiamo il comunicato stampa a fronte delle  proteste" sollevate a seguito della pubblicazione sulle pagine social dello spot intitolato "il Divino Quotidiano". Non crediamo sia questa la sede per entrare nel merito dello spot, anche in ragione del fatto che lo IAP, ha già notificato ingiunzione di desistenza alla sua diffusione e confidiamo che in un confronto sereno e costruttivo con detto Organo si possa trovare una soluzione in grado di spiegare le ragioni di tutte le parti interessate.

Vogliamo, però, ribadire con fermezza che non era - e non è - nostra intenzione, come contestato dallo IAP, "offendere le convinzioni morali, civili e religiose", anche se effettivamente è stato fonte di dissacrazione, utilizzando proprio il "cuore identificativo" più profondo del cattolicesimo».

Di qui la scelta: «Lo spot pertanto non verrà più messo in onda. La nostra famiglia, che ha fondato e dirige tutt'oggi l'azienda, non ha mai inteso deridere il senso profondo dell'eucaristia in quanto cattolica e credente».

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore