/ Attualità

Attualità | 02 luglio 2024, 22:22

Le ferite e l'orgoglio di Macugnaga: raccolte fondi per chi ha perso tutto e lavori in corso

COSÌ AIUTIAMO MACUGNAGA - Il devastante nubifragio unisce una comunità e chi la ama: la Pro Loco ha aperto una raccolta fondi a cui tutti possiamo partecipare per «fare ripartire il nostro paese». Ecco come fare

Le ferite e l'orgoglio di Macugnaga: raccolte fondi per chi ha perso tutto e lavori in corso

Mentre le autorità e le forze dell’ordine si stanno occupando dei lavori di sgombero e degli interventi necessari a seguito dell’esondazione dell'ultimo fine settimana, la comunità di Macugnaga si dimostra ancora una volta unita nel segno della solidarietà.

Dopo quella aperta ieri a favore del ristorante La Stube, è stata oggi aperta una nuova raccolta fondi a sostegno di Schranz Sport, negozio di articoli sportivi che durante il nubifragio ha subito ingenti danni alla struttura e alla merce. «La famiglia in questione si è ritrovata senza nulla, con merce ancora da pagare. L'unico introito che hanno è questo. Sono veramente disperati. Abbiamo bisogno di voi tutti», si legge sulla piattaforma GoFundMe, dove è attiva la raccolta fondi per sostenere Clarissa Sgarbi e Paolo Schranz, titolari del negozio. Rimane attiva anche la campagna a favore de La Stube e dei suoi proprietari Ezio e Betta.

Infine, la Pro Loco di Macugnaga ha lanciato una raccolta fondi - questa volta tramite bonifico bancario - per sostenere l'intera comunità, "per far ripartire il nostro paese". Per partecipare è necessario effettuare un bonifico specificando come beneficiario "Associazione Proloco Macugnaga". l'Iban è IT85X0306909606100000182827; la causale, invece, "Alluvione giugno 2024".

Nel frattempo, il comune di Macugnaga fornisce gli ultimi aggiornamenti sulla situazione dopo l’esondazione. In particolare, si sta lavorando per mettere in sicurezza le strade e rendere facilmente raggiungibile il paese entro venerdì 5 luglio. Inoltre, i servizi essenziali sono stati ripristinati: l’acqua è tornata disponibile in tutte le frazioni. Tuttavia, a Pecetto, Ripa, Opaco, Staffa e Fornarelli si tratta esclusivamente di acqua sanitaria e non potabile.

Infine, la comunicazione ufficiale dell’annullamento della Fiera di San Bernardo, tra i più importanti appuntamenti per la comunità Walser, che era in programma dal 5 al 7 luglio.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore