/ Associazioni

Associazioni | lunedì 01 ottobre 2018, 11:05

Settimana europea della mobilità: il bilancio di AbbiateInBici

Premiati 159 studenti

Settimana europea della mobilità: il bilancio di AbbiateInBici

Al termine della settimana europea della mobilità sostenibile ecco il  consuntivo delle iniziative promosse da Abbiateinbici per l’occasione. Con “bike to school” abbiamo premiato 159 ragazzi della scuola primaria che sono arrivati a scuola in bici, un risultato in linea con gli anni passati. L’evento di martedì 18 dedicato al cicloturismo ha riempito la sala Consiliare del Castello di appassionati, con applausi ripetuti per i quattro cicloviaggiatori che hanno raccontato le loro esperienze. Curiosità ha suscitato anche “il ciclista illuminato”, con molti passanti che ci hanno fermato per farsi spiegare meglio le nostre proposte. Un buon successo di partecipanti sia nella mattinata di domenica 16 dedicata alle energie rinnovabili insieme alla associazione La Salamandra che per la cicloescursione del pomeriggio al museo civico di villa Annoni a Cuggiono.

Giovedì 27 abbiamo accompagnato 100 studenti della scuola secondaria di primo grado Terzani in visita a Morimondo. Domenica 30 collaborando a “Due ruote nei sapori d’autunno” abbiamo guidato alcune centinaia di ciclisti ad assaporare le delizie gastronomiche del nostro territorio. Il censimento dei ciclisti, effettuato venerdì 14 settembre, ha confermato ancora una volta la propensione per la bici dei nostri concittadini: lungo le quattro direttrici monitorate (via XX settembre, via Mazzini, corso Italia e via Pavia) abbiamo contato in 6 ore oltre 6000 passaggi di biciclette da e verso il centro, e stimato più di 10000 passaggi di pedoni. Le nostre osservazioni consentono di valutare che il 20% della popolazione attiva abbiatense si muove abitualmente in bici e più di un terzo preferisce lasciare l’auto a casa e spostarsi camminando o pedalando. Rispetto a un anno fa -settembre 2017- i veicoli a motore che attraversano il centro sono aumentati (20% in più); gli automobilisti continuano a essere una minoranza degli spostamenti complessivi (10% circa), ma, quando si considera lo spazio che ogni veicolo sottrae all’uso pubblico e l’inquinamento prodotto, rappresentano una vero pericolo per il benessere di tutti. In una eventuale revisione della viabilità del centro storico sarebbe importante non trascurare le esigenze di sicurezza di una porzione così rilevante di cittadini che si sposta senza consumare energia e senza inquinare.

Infine dal 23 al 28 settembre un gruppo di nostri soci ha partecipato alla 18^ bicistaffetta FIAB lungo la ciclovia AIDA (Susa – Trieste) pedalando da Trieste a Verona (500 km). Lungo il percorso l’incontro con numerosi amministratori delle città attraversate ha consentito di verificare una volta di più che investire sul cicloturismo fa correre l’economia. A titolo di esempio: Venzone, piccolissimo borgo storico friulano, con l’apertura della ciclovia dell’Alpe Adria ha visto crescere il numero di ciclisti che visitano il paese da poche migliaia all’anno ai 70000 del 2017. Ricordiamo, a questo proposito, che a due passi dalla nostra città c’è uno dei percorsi cicloturistici più affascinanti del nord Italia: il Naviglio Grande, sulle cui alzaie ogni domenica passano migliaia di persone. Ma nessun cartello, nessuna segnalazione invita i ciclisti a visitare la nostra città, con il risultato che sono pochissimi quelli che arrivano in centro a godere delle bellezze di Abbiategrasso.

Abbiateinbici-Fiab

Articolo in collaborazione con www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore