/ Cronaca

Cronaca | 22 gennaio 2020, 18:55

Pavia: si rifornivano con carte carburante clonate, scattano le manette per un uomo

Gli agenti della Squadra Mobile hanno denunciato in flagranza di reato un'altra persona mentre era dedita a rifornirsi con il complice

Pavia: si rifornivano con carte carburante clonate, scattano le manette per un uomo

Nella serata di ieri personale della Squadra Mobile di Pavia acquisiva notizia dell’indebito utilizzo di carte di prelievo carburanti, in dotazione ai mezzi aziendali, presuntivamente clonate. Gli ultimi rifornimenti di gasolio, erogati con l’utilizzo di una delle carte clonate, risultavano avvenuti la sera del 20 gennaio nella stazione Total Erg situata in viale cremona 215. 

Non essendo la procedura di blocco delle carte ancora completata e sospettando nuovi utilizzi è stato predisposto un servizio di appostamento nei pressi della suddetta stazione. Il servizio, effettuato con la collaborazione di personale della Squadra Volante, ha dato esito positivo in quanto alle ore 21:50 è sopraggiunto un furgone Fiat Iveco, intestato ad una locale ditta edile, il cui conducente è stato poco dopo raggiunto da un uomo alla guida di un’autovettura Mercedes classe C che, sceso dalla macchina, è stato visto inserire una tessera nella colonnina di pagamento.

Al cenno d’intesa l’uomo del furgone ha preso la pompa del gasolio e ha iniziato a riempire una grossa tanica (300lt) riposta all’interno del mezzo con accesso dal portellone laterale. A questo punto, erogati circa 154 litri di gasolio, l’azione criminosa è stata interrotta e i due soggetti bloccati. Nel corso della perquisizione sono state trovate una tessera plastificata clonata (quella appena utilizzata) ed altre due prive di intestazioni, nonché la somma di euro 3.500.

Il conducente del furgone è stato trovato in possesso di quattro scontrini attestanti precedenti indebiti rifornimenti di gasolio avvenuti in diversi orari della stessa serata, sempre alla stazione di viale Cremona. Sulla scorta delle risultanze investigative il conducente della Mercedes, cittadino straniero, è stato arresto mentre il conducente del furgone, anch’egli cittadino straniero, acquirente del gasolio asseritamente a prezzo di favore, è stato denunciato in stato di libertà.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore