/ Sport

Sport | 23 gennaio 2020, 21:45

Volley femminile B2, campionato di vertice per l’Ambrovit Garlasco. La vetta dista solo due punti

Nell’ultima giornata del girone di andata, le ragazze di coach Madalina Angelescu affronteranno Pinerolo. Una vittoria permetterebbe al sestetto garlaschese di confermare il secondo posto

Volley femminile B2, campionato di vertice per l’Ambrovit Garlasco. La vetta dista solo due punti

La scelta ad inizio anno era stata chiara: rifiutare il ripescaggio in B1 per disputare un campionato di vertice nella categoria inferiore. E così è stato. Già perché dopo le prime dodici giornate la Volley 2001 Garlasco è in linea con l’obiettivo dichiarato. L’annata del cambiamento, che ha visto stravolgimenti sia a livello di giocatrici (inseriti dieci elementi su dodici) sia per quanto riguarda la guida del gruppo (con l’incarico affidato a Madalina Angelescu), sembra premiare le scelte dirigenziali.

“Abbiamo costruito una squadra con due ragazze esperte - dichiara il presidente Silvia Strigazzi - e la parte restante del gruppo particolarmente giovane. Ad esempio l’opposta ha 17 anni, fa tantissimi punti ed è davvero brava, ma bisogna sempre considerare l’età. La squadra, nel corso della stagione, è stata anche un pochino sfortunata perché ha dovuto fare i conti con diversi infortuni”.

Ovvio che tali difficoltà sono andate a complicare i piani della formazione di coach Angelescu. Nel campionato di serie B2 ogni squadra è in grado di dire la propria, non ci sono partite semplici e affrontare un’avversaria con defezioni potrebbe far perdere punti per strada.

Nonostante ciò l’Ambrovit Garlasco è al secondo posto della generale dietro Genova. “Abbiamo affrontato le liguri subito alla prima giornata - riprende la Strigazzi - abbiamo giocato male fuori casa ed abbiamo perso. Genova non è comunque una squadra più forte di noi. Possiamo benissimo giocarcela”.

Quasi sicuramente Garlasco non riuscirà a centrare la partecipazione alla Coppa Italia. A disputarla sarà solamente la prima classificata e Genova avrà dalla sua un calendario più semplice. Affronterà sabato la terz’ultima classificata: Calizzano. Non dovrebbero quindi esserci difficoltà per le liguri a chiudere al comando il girone d’andata.

“Non è un problema non qualificarci per la Coppa Italia - conclude la Strigazzi - avendo così tanti infortunati preferiamo sfruttare la pausa per recuperare le giocatrici acciaccate”. 

Fabrizio Negri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore