/ Attualità

Attualità | 07 febbraio 2020, 17:25

Gambolò, l’attenzione per la frazione Remondò passa anche attraverso l’apertura di un negozio

La frazione era rimasta sprovvista di esercizi commerciali. Domani (sabato) alle ore 10.30 verrà inaugurato un punto vendita e di aggregazione, gestito dall’associazione “Amici di Madre Amabile”, vincitrice del bando comunale per la gestione

Gambolò, l’attenzione per la frazione Remondò passa anche attraverso l’apertura di un negozio

L’amministrazione l’aveva detto a più riprese: “Vogliamo mostrare attenzione non solo per Gambolò centro, ma pure per le frazioni”. Un discorso esteso alle varie tematiche e che non poteva venire a meno a livello commerciale. Già perché la piccola frazione Remondò, circa 600 residenti, non disponeva neppure di un piccolo negozio di generi alimentari.

Una situazione che andava a penalizzare particolarmente gli anziani, più in difficoltà negli spostamenti. Ora però si cambierà registro. L’area dell’ex scuola elementare (via Baracca 1) è pronta ad ospitare un punto vendita con al proprio interno beni di prima necessità, ma non è finita qui. Ci sarà spazio anche per un centro ricreativo per giovani ed anziani.

L’appuntamento è quindi per domani (sabato). Un’occasione che farà incontrare due comunità: da una parte Remondò e dell’altra Madre Amabile. Alla mattinata, a cui è ovviamente invitata la cittadinanza, parteciperanno l’onorevole leghista Alessandro Morelli, monsignor Roberto Redaelli e don Massimo Fusari. Al termine rinfresco per tutti i presenti.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore