/ Sport

Sport | 09 febbraio 2020, 23:05

Basket, serie B: Vigevano fallisce la quarta vittoria consecutiva e si arrende contro Crema

Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio Crema alza la testa e fa esplodere la festa della tripla nel terzo quarto. Una spinta psicologica decisiva per i padroni di casa, con Vigevano che nel finale non riesce a completare una rimonta da 10 punti di svantaggio e interrompe così il trend positivo

foto Laura Marmonti

foto Laura Marmonti

È bastato un unico exploit, da parte di Crema, a sbloccare una partita tanto equilibrata quanto combattuta e serrata. Un momentum di buio totale di Vigevano in controtendenza con la concentrazione mostrata nel primo tempo da ambedue le squadre. Alla festa della tripla di Crema, tuttavia, la Elachem si è dovuta arrendere, non riuscendo nel finale a completare una rimonta di 10 punti.

I padroni di casa escono vincitori da un match delicatissimo in ottica salvezza, portando addirittura 5 elementi in doppia cifra. Vigevano, dall’altra parte, non riesce a dare definitiva continuità al momento positivo, confermando l’andamento altalenante della propria stagione. Uno stop che complica ma non compromette la qualificazione ai prossimi Playoff, obiettivo stagionale della Elachem.

La realizzazione di Brambilla da sotto canestro sblocca il punteggio per Crema al primo possesso utile. I padroni di casa sono bravi nell’approcciare l’inizio di gara col piglio giusto; Vigevano, dall’altra parte, si trova costretta a inseguire nelle prime fasi della partita, impedendo agli avversari di dilagare. La Elachem, in particolare, fatica nell’arginare le percussioni al ferro, ma trova a metà del primo quarto il vantaggio grazie alla tripla di Dell’Agnello. I 2/3 liberi realizzati da Fabi restituiscono la leadership a Crema, a testimonianza di un sostanziale equilibrio fra le due squadre. Alla tripla di Beretta a 3 minuti dalla fine, poi, risponde un Antonelli in buona condizione (4 punti, 4 rimbalzi e 2 assist fin qui) a restituire la leadership a Crema (17-16). Nel finale Beretta infila con un’ottima percussione al ferro la difesa di Crema; Milani, quindi, con una tripla allo scadere consente alla Elachem di chiudere il primo quarto sul parziale di 22-25.

All’ottima prima frazione di Brambilla (8 punti e 2 rimbalzi) e Fabi (7 punti e 2 assist) rispondono Filippini (7 punti) e le giocate a fine quarto di Beretta (7 punti con 2/2 dalla media distanza e 1/2 da 3 punti).

All’iniziativa di Beretta sotto al ferro risponde Antonelli dalla distanza (25-27). Il parziale di 7-2, aperto dallo stesso Antonelli e chiuso col contropiede di Forti, riporta Crema in vantaggio, costringendo coach Piazza al time out. I padroni di casa, come a inizio gara, si dimostrano più organizzati e determinati rispetto agli ospiti, tornati in campo piuttosto sottotono. Il time-out, tuttavia, consente a Vigevano di riorganizzare le proprie idee di gioco e di tornare in campo col piglio giusto: la tripla di Filippini alla ripresa del gioco, infatti, riporta la Elachem in vantaggio (28-32). Il punteggio si mantiene piuttosto alto nel primo tempo, con continui capovolgimenti di fronte; nessuna delle due squadre riesce a prendere la leadership dell’incontro, con l’equilibrio a dominare la scena del PalaCremonesi. Il finale di primo tempo è piuttosto confusionario: tanti gli errori al tiro, coi ducali più lucidi alla conclusione dalla distanza (4/11 contro i 2/11 degli avversari) mentre Crema insegue grazie al tiro da 2 (12/19 realizzati contro i 7/16 della Elachem). Gli errori di Del Sorbo e Passerini dalla distanza sulla sirena chiudono la prima metà di gara sul punteggio di 33-36. Nessuna delle due squadre ha preso fin qui in mano l’inerzia dell’incontro, con un complessivo equilibrio fra le parti ad annullare la differenza di punti in classifica (22 per la Elachem, 10 per Crema).

Il libero di Antonelli (1/2 realizzati) portano il numero 1 in doppia cifra, aprendo il punteggio del secondo tempo; gli risponde al possesso successivo Dell’Agnello, in solitaria da sotto canestro (34-38). Il copione segue la linea del primo tempo: nessuna della due squadre riesce a imporsi sull’altra, con diverse palle perse da ambedue le parti. Nella seconda metà del terzo quarto si sbloccano le squadre dall’arco: a Filippini risponde subito dopo Vecerina, per il vantaggio di Crema a 3 minuti dalla fine (46-45). L’incursione al centro di Fabi (11 punti e 3 assist nei primi 27 minuti) vale il +3 dei padroni di casa, con coach Piazza a spezzare il ritmo di Crema chiamando il time-out.

Nel finale di frazione Crema sembra poter prendere il largo: alla tripla di Vecerina, protagonista del terzo quarto dei padroni di casa segue la doppia tripla di Del Sorbo per il +8. Gli errori al tiro libero di Kevin Brigato chiudono il terzo quarto di Vigevano nel peggiore dei modi, col parziale dopo 30 minuti sul 59-51. La festa della tripla, a fine quarto, di Vecerina e Del Sorbo (in controtendenza con le medie in stagione fin qui di Crema da 3, le peggiori del campionato), permette ai padroni di casa di affondare il primo allungo su una Elachem sottotono, sul finale di quarto.

La scarsa lucidità dei gialloblù consente a Crema di congelare il punteggio in apertura dell’ultimo quarto; Vigevano appare piuttosto nervosa nell’inseguire gli avversari, con ritmi di gioco piuttosto serrati fra le due compagini. Lo step back di Antonelli in girata riporta Crema sul +8, coi ducali che non riescono nel dare una quadratura ben definita alla propria pallacanestro. La Elachem, dopo essersi aggrappata ai liberi per rimanere in partita, accorcia le distanze con la tripla di Passerini (62-59 dopo 34 minuti); Antonelli, tuttavia, punisce la Elachem con la prima tripla della sua partita, per il +7 di Crema. Gli errori di Vigevano spalancano l’iniziativa dalla distanza dei padroni di casa, che dominano al tiro da 3 nel secondo tempo (8/22 per Crema contro i 6/19 di Vigevano). Negli ultimi minuti la Elachem cerca di raccogliere punti preziosi, inseguendo a testa bassa nel punteggio; a 2 minuti dalla fine il parziale è di 73-68 per Crema, con Del Sorbo che abbandona il campo per il suo quinto fallo di gara. I tiri liberi dominano la scena nel finale di gara, con Crema a limitare una rimonta, da parte della Elachem, che avrebbe del clamoroso. Nel finale, tuttavia, Rossi sbaglia il libero del potenziale -1, con Passerini poco dopo a fallire la conclusione dalla distanza. La giocata da 3 fallita da Passerini chiude l’incontro sul definitivo 79-77.

Vittoria fondamentale per Crema in ottica salvezza, che con la seconda vittoria consecutiva si porta a 4 lunghezze di distanza da Olginate dodicesima in classifica. Un incontro deciso dall’exploit vissuto dai padroni di casa nel terzo quarto, protagonisti dell’unico break della partita che l’ha portata addirittura sul +10. Per Vigevano, dall’altra parte, si tratta di uno stop dopo 3 risultati utili consecutivi, ribaltando un pronostico della vigilia in favore dei ducali.

Non bastano a Vigevano le buone prestazioni di Dell’Agnello (17 punti 4 rimbalzi e 3 assist) e Filippini (18 punti e 6 rimbalzi); la serata di Fabi (20 punti, 2 rimbalzi e 4 assist con 2/5 dalla distanza e 4/5 da due) e Antonelli (18 punti, 8 rimbalzi e 4 assist) su tutti consegna a Crema una vittoria complessivamente meritata.

La Elachem Vigevano scenderà nuovamente in campo domenica 16 febbraio, ore 18, al PalaBasletta, contro la Gimar Basket Lecco.

Stefano Carnevale Schianca

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore