/ Attualità

Attualità | 29 febbraio 2020, 10:01

Coronavirus, il decreto del Governo pronto a sospendere le lezioni per un'altra settimana in Lombardia

Da Roma sarebbe in arrivo lo stop alle lezioni fino a sabato 7 in Lombardia, Veneto ed Emilia mentre in Liguria e Piemonte le lezioni potrebbero ricominciare già lunedì: si attende l'ufficialità sia del governo centrale che di quello regionale

Coronavirus, il decreto del Governo pronto a sospendere le lezioni per un'altra settimana in Lombardia

Dovrebbero restare sospese ancora per 8 giorni le lezioni nelle scuole di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, zone dove si sta curando il 93% degli 821 pazienti positivi al Coronavirus in Italia. Non c’è ancora l’ufficialità, ma dovrebbe essere questo il contenuto del decreto sociale emesso dal Governo, su ispirazione del comitato scientifico, al termine di una discussione con i Governatori delle regioni interessate. Non sarebbe inoltre necessario raggiungere il limite dei 200 giorni di presenza perché l'anno scolastico 2019/2020 venga considerato valido.

Il condizionale è d’obbligo, visto che manca l'ufficialità sia del governo centrale che di quello regionale ma, secondo i dettami in arrivo da Roma, e anche in base a ciò che aveva chiesto ieri la stessa Regione Lombardia, il prolungamento delle sospensione delle lezioni negli istituti di ogni ordine e grado, compresi quelli dell'infanzia, dovrebbe essere dunque imminente anche per la nostra provincia

Il decreto del Governo centrale arriverà nel corso della mattinata ai presidenti delle regioni interessate, tra cui anche la nostra. Nel documento dovrebbe essere invece confermato che tutti gli istituti scolastici potrebbero riaprire già lunedì in Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Marche e nelle province autonome di Trento e Bolzano.

Proprio ieri la Lombardia aveva chiesto a Roma la proroga di un'altra settimana alle misure di contenimento del contagio e quindi dell'ordinanza già in vigore, pur con alcune modifiche (capiremo oggi quali), aggiungendo che sulle scuole si sarebbe consentita la riapertura solo per il personale scolastico in modo da permettere lo svolgimento di lezioni agli studenti in via telematica, laddove ovviamente fosse possibile (ecco dunque la differenza tra sospensione e chiusura). Ora si attende l'ufficialità del decreto governativo e quella successiva della Regione. 

redazione online Varese

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore