/ Economia

Economia | 16 marzo 2020, 12:56

Acquistare cose nuove? No, riparare!

Basta una sana volontà a mettersi all’opera e provare usando i diversi prodotti utili per diversi bisogni

Acquistare cose nuove? No, riparare!

A volte quando qualcosa sembra non funzionare più oppure non ne abbiamo più bisogno tendiamo a disfarcene subito per andare ad acquistare qualcosa di nuovo. Questa si può considerare spesso una brutta abitudine se pensiamo al fatto che più di qualche volta si può, senza troppe preoccupazioni, riparare ed avere un oggetto come nuovo. Moltissime sono le persone che hanno cominciato ad attuare questa politica ed i risultati gli danno ragione. Così come molti oggetti che potrebbero essere riparati si trovano troppo velocemente nel secchio della spazzatura: nulla di più sbagliato.  Di certo aggiustare le cose richiede del tempo e tanta pazienza, è un lavoro particolare ma ci sono dei suggerimenti per rendere tutto piú facile. A volte conviene riparare che acquistare!

Tante le cose di casa che possiamo riparare

Quante volte i genitori devono far fronte alla rottura dei giocattoli dei propri figli? Tutti i giorni infatti si susseguono scene dei nostri piccoli che, non avendo più i loro giochi, scoppiano in lacrime. O ancora, quante volte nella nostra cucina, magari in maniera involontaria, facciamo cadere tazze o piatti? E cosa dire allora delle nostre cinture che portiamo ai jeans quando vedono lo sfilacciamento della pelle? Abbiamo preso solo questi tre esempi, ma come è facilmente comprensibile, le situazioni in questione potrebbero essere molte e molte di più. Vediamo però nello specifico: tornando ai nostri giocattoli bisogna per prima cosa assicurarsi che le superfici da incollare siano pulite e asciutte, dopodiché è il turno delll’attivatore con una penna specifica per poi rimuovere il tappo e applicare una piccola quantità di colla su una superficie, unirla all’altra, fare pressione e lasciare asciugare e seccare magari una notte.

Materiali specifici adatti per ogni circostanza

Se invece non vogliamo buttare gli oggetti che usiamo più spesso in casa o anche quelli più preziosi ci sono prodotti davvero molto buoni e adatti per la ceramica e la porcellana. Ci saranno ovviamente zone molto difficili da raggiungere ma questo non dovrà rappresentare un problema, basterà usare un tubetto maneggevole o un beccuccio per le applicazioni ben precise. Versa allora una piccola goccia di colla sulle superfici, uniscile e aspetta prima di far entrare in contatto la tazza con le sostanze liquide, magari lasciando seccare il tutto per una notte. Se ci fosse qualche residuo in eccesso, raschia in maniera delicata un coletto affilato oppure strofina con un panno imbevuto magari di solvente per unghie che contenga acetone. Infine per la questione delle cinture in pelle ecco che sono in commercio prodotti che contengono particelle di gomma progettate per funzionare bene sui materiali porosi come la pelle ed i tessuti, in modo da formare legami elastici, non fragili, ideali per riparare le cinture sfilacciate.

Prova anche tu

Come abbiamo potuto vedere basta una sana volontà a mettersi all’opera e provare usando i diversi prodotti utili per diversi bisogni: paste flessibili per riparare, costruire e proteggersi; materiali più grandi per riparazioni grandi; pennette piccole, precise e facili da usare. Ne guadagnerà anche l’economia di casa. Coraggio allora, prova anche tu e rimetti a nuovo tutti gli oggetti che pensavi di buttare.

Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore