/ Territorio

Territorio | 19 marzo 2020, 18:26

Poste Italiane verso ulteriore riduzione degli orari. La proposta inviata ai Sindaci

Cittadini invitati a recarsi presso gli sportelli solo per le operazioni indifferibili

Poste Italiane verso ulteriore riduzione degli orari. La proposta inviata ai Sindaci

Poste Italiane, considerato l’aggravarsi della situazione epidemiologica da COVID – 19 che sta costringendo tutte le attività nazionali e locali a prendere provvedimenti sempre più limitanti e stringenti ed in seguito all’entrata in vigore del DL n° 18/2020 “Cura Italia” del 17/03/2020, con  l’obiettivo di salvaguardare la salute dei lavoratori e della clientela, provvederà ad una ulteriore razionalizzazione degli uffici postali su tutto il territorio nazionale, i cui giorni ed orari di accesso al pubblico verranno nuovamente rimodulati.

I cittadini sono invitati ad utilizzare la rete degli Uffici Postali soltanto per operazioni indifferibili nel rispetto della normativa specifica vigente.

Scarica il comunicato con tutte le informazioni dettagliate:

0000895_2020 Nota ai Sindaci (683kB – PDF)

LA PROPOSTA DI POSTE ITALIANE INVIATA AI SINDACI

Nello specifico, considerate codeste premesse, l’Azienda ha pertanto disposto:
 Su tutta la rete nazionale: La riduzione a 3 giorni di apertura degli Uffici che allo
stato attuale effettuano Turno Unico (08.20-13.35);
 Nei Comuni con popolazione fino a 25 mila abitanti: La riduzione a 3 giorni di
apertura e con orario 08.20-13.35 di alcuni Uffici che allo stato attuale effettuano
Doppio Turno (08.20-19.05);
 Nei comuni con popolazione oltre i 25 mila abitanti: L’apertura su 6 giorni in
modalità Turno Unico (08.20-13.35) di alcuni Uffici Postali che allo stato attuale
effettuano Doppio Turno (08.20-19.05);
 Nei comuni con oltre 150 mila abitanti: L’apertura di almeno 1 ufficio Doppio
Turno, con termine attività anticipato alle ore 18.00 (08.20-18.00)

Articolo tratto dal nostro sito partner www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore