/ Attualità

Attualità | 14 aprile 2020, 15:04

Attivato un servizio di telemonitoraggio per pazienti dimessi dal Covid-19

L'iniziativa è promossa da Asst Pavia e Ats Pavia

Attivato un servizio di telemonitoraggio per pazienti dimessi dal Covid-19

L’ASST di Pavia, in accordo con l’ATS di Pavia, ha attivato, a partire dall’8 aprile, un servizio di telemonitoraggio domiciliare per i pazienti dimessi dalle strutture ospedaliere, clinicamente dimissibili ma non ancora negativi al virus.

Il telemonitoraggio avviene mediante una piattaforma fornita ad uso gratuito dall’azienda Zucchetti S.p.a che i pazienti possono usare in modalità di autoinserimento, compilando due volte al giorno un questionario con la rilevazione dei parametri (temperatura, saturazione, frequenza cardiaca, frequenza respiratoria, pressione arteriosa), oppure possono scegliere di essere contattati dalla Centrale Medica per la compilazione.

Il progetto si colloca all’interno delle misure adottate da Regione Lombardia, in particolare con la DGR n.XI/2986 del 23 marzo 2020. Il telemonitoraggio ha la durata di 14 giorni o fino ad esito negativo di due tamponi consecutivi e viene gestito da una Centrale Medica, istituita presso la sede di Pavia, con un medico specialista presente dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 18:00. Il paziente viene dimesso seguendo il protocollo aziendale, gli viene consegnato il pulsossimetro ed eventualmente un termometro qualora ne dovesse essere sprovvisto. La struttura dimettente inserisce le seguenti informazioni nella lettera di dimissione: · Telemonitoraggio a domicilio (SI/NO) · Contatto telefonico per il monitoraggio (paziente e/o caregiver) · Note (il medico dimettente può indicare in estrema sintesi informazioni utili al monitoraggio) Il paziente compila il questionario due volte al giorno negli orari concordati (di norma alle ore 9:00 e alle ore 14:00) se è attiva la modalità di autoinserimento; in alternativa viene contattato telefonicamente da parte della Centrale Medica.

I questionari inseriti vengono visualizzati e analizzati, in particolare i valori al di fuori dei range di riferimento standard. Per i pazienti con valori oltresoglia, è possibile organizzare una televisita utilizzando il sistema di videochiamata aziendale. Il medico della Centrale Medica attua le azioni cliniche che ritiene necessarie contattando per i casi critici i reparti dimettenti di riferimento. I pazienti dimessi da Covid-19 sono 65. Attualmente 4 di essi sono seguiti al proprio domicilio mediante il sistema di telemonitoraggio. 

É in fase di realizzazione l’integrazione della piattaforma con il pulsossimetro in modo da acquisire in automatico i valori dei parametri da monitorare e si sta attivando la modalità di interazione con l’ ATS di Pavia e i MMG dei pazienti dimessi.

I vantaggi dei progetto sono molteplici: · Dimissione precoce di pazienti Covid positivi clinicamente dimissibili con possibilità di utilizzare il posto letto per altri ricoveri; · Engagement del paziente che viene coinvolto nel suo processo di monitoraggio; · Conoscenza tempestiva dell’instabilità clinica; · Monitoraggio di pazienti cronici pluripatologici che in questo periodo di emergenza non hanno accesso alle cure Il telemonitoraggio dei pazienti dimessi COVID positivi è solo uno dei numerosi progetti nel campo della telemedicina (teleconsulto, teleassistenza, teleriabilitazione) che ASST di Pavia sta pianificando ed attuando al fine di facilitare l'accesso alle cure, riducendo il numero di visite reali con medici specialisti, accorciando i tempi d’attesa per coloro che necessitano realmente ed urgentemente di una visita specialistica tradizionale.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore