/ Attualità

Attualità | 23 giugno 2020, 11:29

Zanardi resta grave, la speranza appesa al tempo

Il pilota paralimpico resta sedato dopo la quarta notte in terapia intensiva alle Scotte. Ripresi gli interrogatori per far luce sull’incidente

Zanardi resta grave, la speranza appesa al tempo

E’ trascorsa senza novità la quarta notte in terapia intensiva al Policlinico senese delle Scotte per Alex Zanardi. E il tempo che passa tiene accesa la speranza che le condizioni del campione, per quanto gravi, possano quantomeno non subire oscillazioni o peggioramenti. 

Il pilota paralimpico di 53 anni, le cui condizioni tengono col fiato sospeso l’Italia da venerdì sera, è infatti ricoverato in terapia intensiva  dopo il terribile incidente avvenuto sulla statale 146 a Pienza durante la staffetta Obiettivo Tricolore, quando con la sua handbike si è scontrato con un camion. “Le condizioni del paziente sono stabili, non si sono registrate novità significative", fa sapere l'ospedale. 

Zanardi ha subito un intervento neurochirurgico per i numerosi traumi al cranio e al volto riportati a seguito dell'incidente.  

Intanto, sul fronte dell’inchiesta aperta sulla vicenda, sono ricominciati gli interrogatori da parte della Procura di Siena volti a chiarire gli aspetti logistico-organizzativi della staffetta.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore