/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Attualità | 03 luglio 2020, 16:21

Ats Pavia autorizza nuovi ingressi nelle tre Rsa covid-free di “Sereni Orizzonti” a Menconico e Rivanazzano Terme

Ats Pavia autorizza nuovi ingressi nelle tre Rsa covid-free di “Sereni Orizzonti” a Menconico e Rivanazzano Terme

Restano Covid-free le tre Residenze per anziani non autosufficienti gestite dal gruppo “Sereni Orizzonti” in provincia di Pavia. Nonostante tutti i suoi sforzi, il virus non è infatti mai riuscito a entrare nelle RSA “Il Gioiello” e “Villa Vanni” di Rivanazzano Terme mentre sono risultati ogni negativi tutti i tamponi effettuati nelle scorse settimane sui 32 ospiti e sugli operatori in malattia della RSA “I Germogli” di Menconico.

Questa situazione di assoluta tranquillità consente pertanto la possibilità di ulteriori ingressi, alle condizioni stabilite dall’apposito disciplinare appena approvato dalla ATS Pavia. Se proveniente da domicilio, il nuovo ospite deve aver prima effettuato un test sierologico o un tampone con esito negativo, esser rimasto isolato a casa per 14 giorni e aver poi ripetuto il test o il tampone. Se proviene invece da una struttura ospedaliera ed è quindi munito di un doppio tampone negativo, viene collocato per un periodo di isolamento precauzionale di 14 giorni in una camera singola con bagno, adiacente a una stanza filtro di vestizione/svestizione per il personale (buffer zone). Superata questa fase gli infermieri della struttura effettuano sul nuovo ospite un secondo tampone che, se negativo, gli consente di iniziare a convivere con tutti gli altri residenti.

«L’immunità delle nostre strutture al Covid-19 è un ottimo risultato, che premia le buone pratiche di prevenzione adottate fin dal 24 febbraio con rigore e grande professionalità da tutto il nostro personale» commenta Vittorio Pezzuto, responsabile delle Relazioni esterne di “Sereni Orizzonti”. «I nostri dipendenti hanno sempre lavorato e continuano a lavorare dotati dei dispositivi di protezione individuale forniti dall’azienda, sanificano regolarmente gli ambienti interni ed evitano un uso promiscuo di materiale. A tutti loro rivolgiamo un particolare plauso per la dedizione e lo spirito di sacrificio dimostrati in un contesto così difficile e senza precedenti».

La possibilità di accogliere nuovi ospiti è adesso un importante passo sulla strada del progressivo ritorno alla normalità. «Proprio per questo speriamo che un aggiornamento del Dpcm Conte autorizzi al più presto anche gli abbracci degli ospiti coi loro familiari dopo quattro mesi di forzata separazione fisica» aggiunge Alessandro Ricci, direttore della RSA di Menconico. «Nelle nostre tre strutture pavesi da alcuni giorni consentiamo incontri ad almeno 2 metri di distanza della durata di un quarto d’ora, previo appuntamento e con massimo 3 parenti per ospite. Non è possibile alcun contatto fisico ed eventuali regali vengono fatti depositare in una stanza per essere consegnati successivamente. Per quanto riguarda gli allettati, possiamo purtroppo soltanto continuare a offrire il servizio di videochiamata coi loro cari».

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore